BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalla Costituente a oggi: e le donne? Seminario in città

"Donne: dove eravamo e dove siamo? (Dalla Costituente a oggi)" è il titolo del seminario, aperto a tutti che si svolgerà sabato 6 giugno dalle 15.30 alle 18.30 nella sala ex Consiliare di via Tasso, 4 a Bergamo.

"Donne: dove eravamo e dove siamo? (Dalla Costituente a oggi)" è il titolo del seminario, aperto a tutti che si svolgerà sabato 6 giugno dalle 15.30 alle 18.30 nella sala ex Consiliare di via Tasso, 4 a Bergamo.

Il tema è stato suggerito dai nomi e dalle foto di quelle 21 donne che hanno partecipato alla prima assemblea costituente: da loro è iniziato il percorso dei diritti delle donne italiane a partire dalla possibilità di votare. Ma se la riflessioni sulle Madri Costituenti, oltre ad essere un doveroso omaggio alla loro forza, intelligenza e coraggio è abbastanza semplice, la domanda vera è: dove siamo noi donne oggi? Che cosa è cambiato nel contesto sociale e politico attuale? Abbiamo conservato quei diritti conquistati a fatica? Quale è stato il nostro cammino in questi anni? E quello di altre realtà nel mondo?

Il tema del seminario è stato anche sviluppato da 21 giovani artiste dell’Accademia Carrara di Belle Arti le cui opere sono esposte fino al 7 giugno in Sala Simoncini a Palazzo Frizzoni. 

Come scrive la presidente di Politeia Angela Zenoni: “Abbiamo il piacere di invitare donne e uomini bergamaschi a questo momento di riflessione sull’evoluzione del ruolo delle donne e della loro partecipazione alla vita politica in una società in continuo cambiamento”.

“Politeia. Laboratorio donne e politica” è un’associazione di promozione sociale costituitasi ufficialmente a Bergamo nel 2009 e formata da un gruppo di donne di età, culture e nazionalità diverse che si sono incontrate grazie ai corsi di formazione “Donne e Politica” promossi dal Consiglio delle Donne e dall’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Bergamo.

L’associazione è nata per condurre e promuovere attività di utilità politica senza finalità di lucro nel pieno rispetto dei principi di pari opportunità tra uomini e donne. Attraverso la diffusione e divulgazione dei risultati dei propri lavori, intende promuovere una maggiore e qualificata presenza delle donne in politica, sostenendole nel loro ruolo e creando solidarietà e reti. In particolare si propone di formare, informare e sensibilizzare su problematiche di ordine sociale e politico, promuovere un’etica di genere che nel mondo del lavoro favorisca la conciliazione dei tempi di cura, favorire iniziative che contribuiscano a modificare modelli socioculturali di condotta e pratiche consuetudinarie che ostacolano la valorizzazione di genere, prendere posizione contro qualsiasi forma di violenza e di esclusione, riflettere con gruppi giovanili su Politica etica per incentivarne la partecipazione Da ottobre 2009 fa parte del Consiglio delle Donne del Comune di Bergamo.

Ecco il programma del seminario:

Saluti:  

Angela Zenoni, presidente Associazione Politeia,  Emilia Magni, presidente Consiglio delle Donne Comune di Bergamo

Interventi

Elisabetta Ruffini, direttrice ISREC, Bergamo: Le 21 donne che hanno fatto parte della prima Assemblea Costituente

Barbara Pezzini, ordinaria di Diritto Costituzionale, direttrice Giurisprudenza Università di Bergamo: Una strada lunga 70 anni: la struttura di genere della Costituzione Italiana

Pia Locatelli, deputata gruppo misto-PSI, presidente onoraria Internazionale Socialista:  Che cosa è cambiato per le donne nella società e nella politica?

Coordina: Santina Coppetti, vicepresidente Associazione Politeia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.