BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marco Nereo Rotelli: marmo e luce, omaggio ad Alzano

"Prima Pietra alla porta di Expo", si intitola così il regalo che Marco Nereo Rotelli ha voluto fare alla città di Alzano Lombardo: un’installazione marmorea ed una luminosa che verranno presentate alla cittadinanza e al pubblico venerdì 5 giugno

"Prima Pietra alla porta di Expo", si intitola così il regalo che Marco Nereo Rotelli ha voluto fare alla città di Alzano Lombardo, come annuncia Mattia Barcella su SMPOST, il giornale che dirige (leggi).

Si tratta di un’installazione marmorea ed una luminosa che verranno presentate alla cittadinanza e al pubblico in genere durante la serata di venerdì 5 giugno, prima alle 18 alla Domus al Quadriportico di Bergamo, poi alle 21.00 all’Ex Cementificio Italcementi ad Alzano Lombardo.

Il progetto ideato per la città di Alzano consiste nella presentazione di un’opera scultorea dedicata al poeta cinese Yang Lian ed al poeta Mario Luzi, di cui quest’anno cade il decennale dalla scomparsa avvenuta il 28 febbraio 2005. Un legame quindi tra scultura e arte poetica, in cui l’artista vuole eliminare i confini tra oriente ed occidente, unendo il tutto in un’unica realtà.

"Vola alta parola", il verso di Mario Luzi scolpito nella roccia, vuole essere appunto un perfetto e profondo invito a continuare a credere nel dialogo tra popoli della Terra.

Da notare che l’opera di Rotelli, prima di arrivare ad Alzano, è stata esposta in piazza Duomo a Milano, durante tutta la grande retrospettiva che la città di Milano ha dedicato allo stesso artista.

Sorprenderà sicuramente, come già successo in altre occasioni uniche intorno al mondo, l’installazione luminosa che Rotelli presenterà nella sede del vecchio cementificio Italcementi di Alzano, in cui utilizzando il potere della luce, trasformerà quei luoghi già conosciuti e in passato utilizzati per produrre cemento e quindi lavoro, in qualcosa di magnifico da scoprire con nuovi occhi nuovi. Per una notte il cementificio dalle sei ciminiere apparirà come un luogo magico, carico di poesia e di emozioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.