BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salute

Informazione Pubblicitaria

Insieme contro il tumore: un convegno per fare squadra

Il convegno ″Neoplasia del stomaco: un trattamento integrato d'equipe″ in programma il 6 giugno al nuovo Centro Congressi del Policlinico San Marco, rivolto a medici di famiglia, chirurghi, oncologi, infermieri.

A cura dell’Ufficio Stampa IOB

Fare squadra, unire le forze e mettere a punto strategie comuni contro il tumore allo stomaco, patologia che nella Provincia di Bergamo ha ancora un’alta incidenza. È questo uno degli obbiettivi del convegno ″Neoplasia del stomaco: un trattamento integrato d’equipe″ in programma il 6 giugno al nuovo Centro Congressi del Policlinico San Marco, rivolto a medici di famiglia, chirurghi, oncologi, infermieri. Il convegno si svolgerà all’interno di alcune iniziative organizzate per i 10 anni di apertura del Reparto di Medicina Onco-Ematologica del Policlinico San Marco.

In questi anni carichi di lavoro e di soddisfazioni lo sviluppo di un’oncologia moderna e integrata tra le diverse specialità è stata uno degli obiettivi della struttura e del dottor Andrea D’Alessio, responsabile dell’unità di medicina onco-ematologica del Policlinico San Marco e direttore scientifico dei lavori. Al convegno saranno presenti il professor Roberto Labianca coordinatore del Dipartimento Oncologico di Bergamo e tutti i primari delle unità oncologiche di Bergamo e provincia. «In queste occasioni riusciamo a riunirci e condividere le nostre capacità comunicative per stilare dei protocolli collegiali uguali in tutta la provincia di Bergamo. È questo uno degli obiettivi del DIPO, e del convegno di sabato, unire le forze contro il tumore dello stomaco che nella provincia di Bergamo ha ancora un’incidenza alta, mentre è in calo nel resto del mondo. Un tumore molto aggressivo, ma se preso in tempo e trattato con terapie integrate si possono ottenere grandi risultati» sottolinea il professor Labianca.
 

 

 
«Il Policlinico San Marco si sta rinnovando e noi vogliamo restare a passo con i tempi. Il miglior risultato nella terapia del tumore dello stomaco si ottiene integrando professionalità diverse e noi nel nostro ospedale abbiamo tutte queste professionalità. Negli ultimi anni si sta sempre più comprendendo che il miglior risultato nella terapia di un tumore si ottiene dall’integrazione di conoscenze diverse. Non esiste più un’unica figura in grado di affrontare in modo efficace e completo la malattia, ma tante figure diverse che devono collaborano insieme» continua il dottor D’Alessio. «L’obiettivo del convegno è rinnovare e rafforzare questa alleanza, che già applichiamo nei nostri ospedali (Policlinico San Marco e Policlinico San Pietro, che insieme costituiscono gli Istituti Ospedalieri Bergamaschi) nel nostro lavoro quotidiano, anche creando protocolli e linee guida comuni a tutti i centri».

 

Durante il convegno oltre ad alcuni specialisti del Policlinico San Marco che si occupano di patologie oncologiche (dottor Stefano Olmi, responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Generale e Oncologica, il dottor Corrado Italia, responsabile della radioterapia e il dottor Francesco Negrini, responsabile dell’endoscopia digestiva), parleranno di questa neoplasie alcuni noti studiosi conoscitori di questa malattia come la dottoressa Maria Di Bartolomeo dell’Istituto dei Tumori di Milano e il professor Claudio Doglioni dell’Ospedale San Raffaele di Milano oltre al già citato professor Labianca. Specialisti diversi, insieme per condividere le proprie esperienze e professionalità con un unico intento: offrire al paziente la miglior cura possibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.