BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Corso per guarire i gay “Prega con noi e tornerai etero”

Il corso "Adamo ed Eva: dove siete?" al centro di spiritualità Sant'Obizio, in mezzo alle montagne e a un passo da Boario Terme, è promosso dal gruppo Lot e si propone di guarire la "ferita" dell'essere gay. A gestire il corso è Luca Di Tolve, il protagonista della canzone “Luca era gay” di Povia che presentò a Sanremo nel 2009.

Vi ricordate la canzone di Povia che presentò a Sanremo nel 2009? Il titolo era “Luca era gay”. Ecco, quel Luca, esiste veramente e si chiama Luca Di Tolve e tiene un corso al centro di spiritualità Sant’Obizio, vicino a Boario Terme, dal titolo “Adamo ed Eva: dove siete?”.

 

Luca fa parte del gruppo Lot (dal nome dell’uomo che scappò da Sodoma e Gomorra prima che venissero distrutte con fuoco e fiamme da Yahwè) si propone di guarire la "ferita" che – secondo loro – è l’essere gay. Luca Di Tolve era un ex attivista dell’Arcigay, ballerino alla discoteca Plastic di Milano, inventore delle crociere per omosessuali. Da qui è partita una conversione. In tutti i sensi. Ora è, infatti, impegnato in questa nuova missione: guarire gli omossessuali. Se non fosse che lomosessualità come ha dichiarato più volte in tutte le lingue l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità): cioè che l’omosessualità non sia una malattia. Il corso proposto a Boario Terme inizia il venerdì e termina il martedì.

 

 Cinque giorni di messe, canti, preghiere, invocazioni allo Spirito Santo, confessioni, meditazioni con la luce spenta e soprattutto slide e lezioni dai titoli tipo "I meccanismi della confusione sessuale", "Narcisismo e idolatria relazionale" e così via, come ha raccontato l’inviato Matteo Pucciarelli di Repubblica che si è iscritto e ha seguito il corso che cosa 185 euro. Oltre a Luca ci sono altri due giovani, tutti sedicenti ex gay, affiancati dal frate francescano (padre Enrico) e da un padre passionista (padre Massimo). Il corso si svolge una volta al mese.

 

 Ogni mattina Messa alle 7.45, poi colazione e seminari. Pranzo e cena in condivisione. La giornata si chiude alle 22.30. Di Tolve spiega nei suoi corsi che : “L’omosessualità non esiste e voi non siete gay, siete solo persone che hanno un problema"; "I bisogni insoddisfatt causano il danneggiamento della sessualità e della sfera relazionale"; “Quel peccato ("un abominio ") fa star male Dio, e quindi "bisogna sfidarlo ed essere coraggiosi".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paci

    A quando un corso per guarire coloro che nel 2015 credono ancora ad una religione mediorientale vecchia di secoli?

  2. Scritto da marco

    Chissà che ne pensa Papa Francesco, ricordiamoci che Lui, a proposito di persone omosessuali, disse “chi sono io per giudicarli?”. Grazie Francesco, per me Papa e Padre!

  3. Scritto da gigi

    Buona idea, corso da tenersi anche in Seminario, li’ pregano gia’ parecchio ma i risultati sono scarsi…

  4. Scritto da planets

    il grave problema che affligge gran parte del popolo è l’ignoranza. Si è sopportato troppo spesso il vizietto di certi religiosi ad importunare i minori, paragonado questo atteggiamento criminale all’omosessualità. Fa comodo al clero e a qualche fanatico associare il mondo gay ad una malattia, quanti più presunti peccatori ci sono da redimere, quanto più la chiesa ha diritto di redimere. Confido agli ignari una corsa verso la scienza e la cultura…non c’è miglior cura

  5. Scritto da roberto

    chi ha bisogno di cure sono i promotori di simili iniziative.che non hanno capito niente delle dinamiche della vita.

    1. Scritto da mario59

      Sbagli Roberto, quella gente ha capito fin troppo bene, al punto che sanno sfruttare il prossimo perfettamente.

    2. Scritto da Tasslehoff

      Perfettamente d’accordo, il fatto poi che costoro siano religiosi o ferventi credenti cattolici la dice lunga su quanto sia “marziana” la chiesa cattolica su questi temi e quale distanza abissale la separi dal mondo reale e dalla sensibilità di quanti popolano il pianeta Terra (che per fortuna stanno evolvendo da un passato di ignoranza e pregiudizio).

  6. Scritto da resindentevil

    D’accordo. Essere gay non è sicuramente una malattia, basta leggere la definizione di malattia. Ma allora neanche la depressione lo è. La depressione è una sindrome. Anche essere omosessuali potrebbe essere una sindrome? Rispetto a cosa si misura l’anomalia? E se lo consideriamo rispetto ai comportamenti che garantiscono la migliore continuazione della specie? Ci sono specie interamente omossessuali? Allora forse la bisessualità è accettabile, come attività sociale. L’omosex no! ;P

    1. Scritto da Daniele

      Sei un sofista. L’omosessualità, o meglio la sua accettazione, è una condizione che può condurre certe persone alla felicità. La depressione no.

    2. Scritto da PinoPasticcino

      Se dovessimo considerare i “comportamenti che garantiscono la migliore continuazione della specie” allora la monogamia e il matrimonio volerebbero fuori dalla finestra e noi passeremmo le giornate a montare tutto il montabile. Ne sei conscio? Quando cercate di avventurarvi nell’antropologia per giustificare i vostri pregiudizi siete troppo teneri.

    3. Scritto da giggi

      ma la continuazione della specie è un obbligo?

    4. Scritto da Curius

      E quindi ?

  7. Scritto da Tasslehoff

    Cosa cosa pietosa…
    Altro che i gay, sono le persone protagoniste di questa iniziativa ad aver bisogno di guarigione, perchè bisogna essere davvero disturbati anche solo per concepire una cosa del genere.
    Poi ci lamentiamo dell’integralismo dell’ISIS quando in casa nostra abbiamo esempi di integralismo becero della peggior specie, non uccideranno nessuno ma dal punto di vista culturale e di rispetto alla persona questa iniziativa ha la stessa violenza dei massacri perpetrati in oriente.

  8. Scritto da Schatzy

    L’omosessualità una malattia che si cura con un corso da 185€ ..oh questi se non stuprano bambini cercano soldi…che pessima gente Sono loro che vanno “curati” Io non ho dubbi ….lascerei serenemente in custodia mio figlio a una coppia gay piuttosto che a un prete. Questa è una bufala…vero?

  9. Scritto da Daniele

    Più che di corsi per guarire dall’omosessualità penso ci sia bisogno di corsi per guarire dall’idiozia.

  10. Scritto da tol

    Prega con noi e soprattutto lasciaci i tuoi soldi

  11. Scritto da Leandra Pavore

    Mi piace molto questa iniziativa auguri.

    1. Scritto da massimo

      ritorna al medioevo!!

    2. Scritto da Già

      185 euro, è anche a buon mercato, strano che non ci siano milioni di “guariti”. Soprattutto all’interno di certi ambienti dovrebbero poterne magnificare i successi . O no ?

  12. Scritto da michele pezza

    Posta la differenza di opinione che possiamo avere da loro sul fatto della malattia, se organizzano degli incontri con adulti consenzienti che pregano e si ritrovano in un percorso di spiritualità che li aiuta a vivere meglio con se stessi, quale è il problema??? Va vietato perchè non ci piace?

    1. Scritto da mario59

      Seguendo il tuo ragionamento, allora anche i vari maghi, cartomanti, stregoni, che approfittano di chi ha bisogno di aiuto, sarebbero nella legalità..dai per favore, che c’è un limite a tutto..guarire dall’omosessualità tra messe e preghiere..ma ti rendi conto..? l’omosessualità è una caratteristica che le persone possono avere o meno..il problema non sta nella sessualità, ma nell’essere accettati o meno da famigliari, parenti, amici, colleghi di lavoro e più in generale, dalla società

  13. Scritto da nino cortesi

    Quando la religione è una bambocciata è proprio così.

  14. Scritto da 081

    A quando il corso di preghiera per guarire i preti pedofili?

    1. Scritto da

      Già e forse sarebbe anche più utile alla società

  15. Scritto da Michele

    Esiste anche una pagina su facebook che si chiama mi pare ExHomoVox che sponsorizza la “guarigione” dalla “malattia” dell’essere omosessuale. Molti ragazzi in difficoltà, magari anche per situazioni difficili, la soluzione è sempre e solo una: la Chiesa ti salverà!

  16. Scritto da Alberto

    Beh, lo scrisse anche Freud…

    1. Scritto da massimo

      In quale favola l’hai letta!!!

    2. Scritto da Tino

      E se si informasse un po’ di più ? Magari, visto che lo cita, anche su cosa ne pensava delle religioni .