BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cobe trasparente o no? Approfondimenti della commissione di Palafrizzoni

Cobe, società del Comune di Bergamo che ha seguito il restauro e la riapertura dell'accademia Carrara, non ha un sito internet con bilanci pubblici e riferimenti precisi a spese, consulenze, rimborsi. Una mancanza di cui avevamo parlato in questo articolo (leggi qui) e che sarà oggetto di un approfondimento da parte della commissione trasparenza di Palafrizzoni.

Più informazioni su

Cobe, società del Comune di Bergamo che ha seguito il restauro e la riapertura dell’accademia Carrara, non ha un sito internet con bilanci pubblici e riferimenti precisi a spese, consulenze, rimborsi. Una mancanza di cui avevamo parlato in questo articolo (leggi qui) e che sarà oggetto di un approfondimento da parte della commissione trasparenza di Palafrizzoni. Da oltre due anni infatti la società partecipata quasi totalmente dall’amministrazione comunale è irreperibile sul web e con lei tutti i dati indispensabili per rispettare le leggi nazionali. Il segretario generale ha più volte sollecitato un’azione riparatrice senza ottenere risposte concrete. Ora saranno i consiglieri a chiedere spiegazioni.

Per una maggioranza che in campagna elettorale, un anno fa, ha sfoderato lo slogan “Comune come una casa di vetro” era indispensabile fare chiarezza sul caso. Eppure durante la discussione (a porte chiuse) è stata la minoranza a sostenere con forza l’approfondimento, mentre il Pd si è dimostrato titubante. Alla fine però è arrivato il voto favorevole all’unanimità. La commissione, settimana prossima, incontrerà l’amministratore unico di Cobe Gianpietro Bonaldi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sponsor

    E’ cominciata con Tentorio, ha continuato con il PD che, chissà perché, come ribadito da Isaia Invernizzi, “era titubante”. Non sarà perché grattando con un ‘unghia potrebbero venire alla luce fatti imbarazzanti x tutti? Da quando il M5S ha suoi rappresentanti nelle istituzioni è molto più difficile nascondere il magna magna. I politici di professione ci spianeranno la strada verso il 51%.

  2. Scritto da Michele Rota

    Da oltre due anni infatti la società partecipata… quindi è cominciato con Tentorio.

  3. Scritto da paolot

    Che modo di dare le notizie in maniera fuorviante. Si vuol far apparire il PD “titubante”, peccato che però abbiano votato tutti all’unanimità!

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Nessuna notizia fuorviante. E’ andata proprio così. Buona giornata. Isaia Invernizzi.

      1. Scritto da paolot

        Questo l’ho capito anch’io, caro Invernizzi; contestavo (e contesto) la scelta giornalistica di far apparire la notizia in un modo invece che in un altro.
        Ti mostro due possibili titoli della stessa identica notizia: “Il PD compatto vota per la trasparenza” e “Il PD titubante vota per la trasparenza obbligato dalle minoranze”.
        Vedi che si tratta di una scelta giornalistica? Dato che tu non c’eri e non sai com’è andata la discussione

        1. Scritto da Redazione Bergamonews

          Infatti il mio titolo era un altro: “Cobe trasparente o no? Approfondimenti della commissione di Palafrizzoni”. Io so come è andata la commissione perché è il mio lavoro saperlo e verificarlo.