BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Viminale invierà più profughi al Nord Finita la “tregua” elettorale

La circolare inviata dal Viminale ai prefetti del Nord Italia è una bomba politica pronta ad esplodere nei prossimi giorni, quando le richieste verranno portate ai sindaci. La richiesta urgente riguarda l'accoglienza di 7500 profughi

Più informazioni su

La circolare inviata dal Viminale ai prefetti del Nord Italia è una bomba politica pronta ad esplodere nei prossimi giorni, quando le richieste verranno portate ai sindaci. La richiesta urgente riguarda l’accoglienza di 7500 profughi e nel documento – come riporta il Corriere della Sera in un articolo di Fiorenza Sarzanini – viene specificato che la maggiore disponibilità venga richiesta alle Regioni settentrionali, Veneto e Lombardia su tutte.

Il motivo delle indicazioni del Viminale sono le basse percentuali di disponibilità registrate al Nord rispetto a Sicilia, Puglia, Campania e Lazio. E non è escluso che si possa arrivare a requisire le strutture per provvedere all’accoglienza, come già ipotizzato in una comunicazione precedente. La “tregua” elettorale è finita ma l’asse leghista Maroni-Zaia, riconfermato dopo le Regionali, continuerà a respingere le richieste.

L’ultimo “monito” del presidente lombardo è arrivato pochi giorni fa: “Questi sono clandestini e non profughi perché i clandestini diventano profughi solo dopo un lungo percorso di valutazione sui requisiti per avere la protezione internazionale, per cui quelli che arrivano sono clandestini e non profughi e la legge italiana dice che i clandestini non possono essere distribuiti negli alberghi, ma vanno messi nei centri di identificazione ed espulsione per poi essere espulsi, ma questo il Governo non lo fa e questa è una violazione della legge. L’Europa ha già smentito i buoni propositi del Governo perché se la Francia e la Spagna dicono che questo accordo non serve significa che l’autorevolezza del Governo italiano in Europa è pari a zero".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valentina Tugnoli

    Fratelli d’Italia Treviglio si opporrà fermamente all’arrivo dei migranti nei nostri territori!

  2. Scritto da Alberto

    I clandestini vanno rispediti a casa loro, punto e basta. Altro che accoglienza.

    1. Scritto da giangi

      quale casa? eccone uno che risolve i problemi con “ruspa”. lo vorrei vedere all’opera quello lì

      1. Scritto da Alberto

        Eccone uno che manco ci prova, a risolverli. Eppure non è così difficile, basta capire che per casa si intende “Paese di origine”. O è troppo complicato per lei?

  3. Scritto da nino cortesi

    Basta non tenerli rinchiusi in albergo e farli lavorare in servizi di pubblica utilità.

    1. Scritto da Piero

      Lavorare?????? Prima farei lavorare dei disoccupati italiani, se permette, gentile pentastellato. Le pare che possiamo dispensare lavoro a pioggia in questo momento? Si ravveda o lo dico a Grillo!

    2. Scritto da braccobaldo

      certo che cosi almeno i comuni o chi li fa lavorare assumeranno ancor meno …………