BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parata del 2 giugno a Expo Italcementi e Confindustria ambasciatori bergamaschi

L'eccellenza bergamasca sfila ad Expo 2015 di fronte agli ambasciatori di tutto il mondo: tra i protagonisti della parata del 2 giugno dieci tra ricercatori, tecnici e personale di Italcementi, vestiti con camici di laboratori e tute da lavoro.

L’eccellenza bergamasca sfila ad Expo 2015 di fronte agli ambasciatori di tutto il mondo: tra i protagonisti della parata del 2 giugno dieci tra ricercatori, tecnici e personale di Italcementi, vestiti con camici di laboratori e tute da lavoro. A rappresentare Confindustria e la Camera di Commercio invece c’era Luca Pezzini. Presenti anche esponenti di Gewiss, sponsor Expo, e di altre aziende bergamasche. I ricercatori di Italcementi hanno sfilato lungo il decumano e il cardo per formare insieme agli altri 600 partecipanti una bandiera tricolore e una gigantesca scritta “Italia”.

La partecipazione di Italcementi premia il ruolo della società nella realizzazione di Palazzo Italia, luogo icona di Expo 2015 Milano. L’ormai noto cemento biodinamico, scelto dai progettisti dello studio Nemesi&Partners, riveste la facciata di Palazzo Italia mentre altri cementi e calcestruzzi speciali sono stati utilizzati per la realizzazione di vari padiglioni, diverse infrastrutture e le gradinate dell’Open Air Theatre. Alla realizzazione del cemento biodinamico hanno lavorato 15 ricercatori del Centro Ricerca e Innovazione i.lab Italcementi, al Kilometro Rosso di Bergamo.

Oltre 12.500 ore di ricerca per mettere a punto un prodotto capace di abbattere lo smog, con oltre l’80% di materiali da riciclo e caratterizzato da una fluidità tale da consentire anche le forme architettoniche più complesse, come quelle della foresta pietrificata di Palazzo Italia composta da oltre 750 pannelli, tutti pezzi unici.

“Partecipare alle celebrazioni della principale festa nazionale civile in Expo ha un significato particolare – spiega Luca Pezzini, referente Expo di Confindustria Bergamo e Camera di Commercio – . Le ambasciate italiane all’estero invitano i capi di Stato del Paese ospitante ad una festa solenne. Bergamo celebrerà la "nascita della nazione" direttamente con tutto il mondo ricordando agli oltre 130 paesi presenti a Milano, come il referendum del ’46 portò il nostro paese verso la forma repubblicana abbandonando ogni riferimento alla possibile forma monarchica. Essere in EXPO ha un significato molto alto proprio per i contenuti della festa che, a differenza di quella del 25 aprile e del primo maggio celebra appunto la nascita della nostra Repubblica (un po’ come il 14 luglio francese con l’anniversario della presa della Bastiglia o al 4 luglio statunitense in cui venne firmata la dichiarazione d’indipendenza) . Da tutto il mondo arrivano al nostro Presidente della Repubblica gli auguri degli altri capi di Stato; oggi più di sempre, il Sistema Bergamo (che rappresenta tutte le Istituzioni del nostro territorio) appare come un’ambasciata orobica nel mondo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.