BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ospedale Papa Giovanni e Guardia di Finanza insieme per cure migliori

Il patto consentirà agli allievi dell’Accademia e a tutto il personale in servizio, ai pensionati e ai loro familiari di poter accedere alle prestazioni specialistiche e di diagnostica in regime di solvenza e libera professione a tariffe convenzionate

Più informazioni su

Si consolidano i rapporti di collaborazione tra l’Ospedale Papa Giovanni XXIII e la Guardia di Finanza di Bergamo. E’ stato infatti sottoscritto un accordo che consentirà agli allievi dell’Accademia e a tutto il personale in servizio, ai pensionati e ai loro familiari di poter accedere alle prestazioni specialistiche e di diagnostica in regime di solvenza e libera professione a tariffe convenzionate. La convenzione offre anche la possibilità al personale del Corpo di frequentare i reparti ospedalieri e i corsi promossi dal Papa Giovanni con finalità di formazione e aggiornamento nel campo del primo soccorso, della medicina legale e della medicina del lavoro (si tratta dei militari che operano presso l’Infermeria dell’Accademia).
“Questo accordo avvicina ancora di più due tra le realtà più significative del territorio bergamasco, che già da tempo hanno scelto di orientare parte delle loro strategie di sviluppo verso la ricerca di ambiti e iniziative di mutualità ed integrazione – spiega Carlo Nicora, direttore generale dell’Ospedale “Papa Giovanni XXIII” -. E’ per noi un onore e un importante espressione di stima il fatto che la Guardia di Finanza abbia scelto il nostro ospedale come punto di riferimento per i bisogni di salute e di aggiornamento sul fronte della medicina”.
L’Accademia della Guardia di Finanza sostiene da tempo le attività del “Papa Giovanni” attraverso numerose iniziative benefiche, quali il “Concerto di Primavera”, i cui proventi vengono devoluti direttamente all’Ospedale di Bergamo o alle Associazioni di volontariato attive nel nosocomio bergamasco.
Il Gen.D. Giuseppe Zafarana, Comandante dell’Accademia, spiega: “La convenzione stipulata con l’Ospedale Papa Giovanni XXIII costituisce un ulteriore momento di vicinanza e collaborazione tra la Guardia di Finanza e l’Ente Ospedaliero bergamasco, un’azienda sanitaria pubblica di rilievo nazionale e di alta specializzazione. In tale contesto si collocano, ad esempio, le varie iniziative a favore delle numerose Associazioni di volontariato operanti presso il nosocomio, destinatarie delle donazioni raccolte in occasione degli eventi a scopo benefico organizzati dall’Accademia. Esprimo il mio più vivo ringraziamento per la sensibilità, la disponibilità e l’attenzione riservata a tutto il nostro personale e alle loro famiglie, che, grazie a questo accordo, potranno fruire dei servizi offerti dall’Azienda Ospedaliera, riconosciuta dalla Comunità scientifica internazionale tra le strutture di maggior rilievo, a condizioni agevolate”.
L’Ospedale Papa Giovanni XXIII aggiunge così un’altra convenzione alla lista degli Enti con cui collabora per offrire prestazioni di alto livello a prezzi scontati: da anni per esempio è attiva una convenzione con il Fondo Assistenza Sanitaria Integrativa, i cui iscritti possono usufruire di ricoveri in regime libero professionale e utilizzare le camere ad uso singolo a tariffe agevolate. Le organizzazioni, gli enti e le aziende interessate a sottoscrivere accordi di questo tipo con l’Azienda Ospedaliera possono mettersi in contatto con l’Ufficio Marketing al numero 035.2673703 o via mail all’indirizzo marketing@hpg23.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da piero

    Bellissima iniziativa, per una integrazione di mutualità ed integrazione….complimenti