BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Beffa Team Colpack al Giro di Romagna: Garosio secondo per 29”

Dopo la vittoria di sabato, il corridore bresciano partiva domenica mattina con la maglia verde di leader della classifica generale sulle spalle e 10” di vantaggio su Lorenzo Rota della Unieuro Trevigiani, che ha invece avuto la meglio nella volta finale.

Non si è certo concluso come ci si auspicava in casa Team Colpack il 20° Giro della Pesca e Nettarina di Romagna IGP con Andrea Garosio che, non in giornata ottimale, sorpreso da una fuga, ha dovuto accontentarsi del secondo posto finale in classifica generale. Dopo la vittoria di sabato, il corridore bresciano partiva domenica mattina con la maglia verde di leader della classifica generale sulle spalle e 10” di vantaggio su Lorenzo Rota della Unieuro Trevigiani. Le sensazioni non sono però delle migliori per Garosio, il fisico forse risente degli sforzi profusi nella giornata di ieri e sulle salite di giornata non è brillante, fino a quando una vera e proprio imboscata sorprende lui e la squadra. Evadono in quattordici con dentro quasi tutti i migliori della classifica, compresi Rota e Pearson, rispettivamente secondo e terzo. Davanti menano a tutta e prendono un vantaggio importante. La Colpack si organizza, si mette in testa al gruppo tira con l’intenzione almeno di contenere il gap, ma non è facile perché davanti il ritmo è altissimo. Il risultato: la fuga arriva al traguardo di questa terza e ultima tappa, la Lavezzola-Faenza di 149,6 km, e a vincere lo sprint è Simone Velasco della Zalf; nel gruppetto, come detto, c’è anche Lorenzo Rota che per 29 secondi strappa il primato a Garosio.

"Purtroppo Andrea non è stato molto bene e poi i quattordici in fuga sono andati alla morte – ha commentato il team manager Antonio Bevilacqua – e non siamo riusciti a chiudere il divario. Restano comunque una vittoria di tappa e un secondo posto finale che ci soddisfano".

Buone notizie arrivano anche dalla Francia, dalla Parigi-Roubaix Under 23 dove a vincere è stato lo svizzero Lukas Spengler (Bmc Development Team), ma ottimo piazzamento per la Colpack con il sesto posto di Davide Martinelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.