BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Movimento 5 Stelle sparito alle comunali? No, il caso di Sorisole

Andrea Pellicioli del Movimento 5 Stelle, già candidato alle elezioni regionali del 2013, si presenta nella lista civica Progetto Comune a Sorisole e spiega le ragioni di questa scelta. Il simbolo del Movimento 5 Stelle, infatti, non compare in nessuna formazione alle amministrative di domenica 31 maggio in Bergamasca.

Il Movimento 5 Stelle, movimento politico nato con l’intenzione di cambiare la vecchia politica e governare il territorio, si presenta alle elezioni comunali di domenica 31 maggio. Anche se in questa tornata elettorale, come in altre, non sempre si trova il simbolo del M5S.

E’ il caso di Sorisole, il comune più popoloso di queste elezioni, con più 9200 persone, dove le formazioni in corsa sono una lista civica trasversale (Progetto Comune) guidata dal sindaco in carica Stefano Gamba (Leggi qui), e due liste di destra, una civica (Sorride Sorisole) che candida Franco Cometti (leggi qui) e una che riunisce la Lega Nord-Forza Italia e Un Paese migliore che sostengono Stefano Vivi (leggi qui).


Eppure in qualche modo il Movimento 5 Stelle è presente anche in quest’occasione: "Il M5S nasce per sopperire alla politica opaca, collusa, disonesta, che a livello nazionale e/o locale ha portato tanti danni che subiamo tutt’ora" spiega Andrea Pellicioli, storico esponente del M5S di Bergamo del quale è stato rifondatore nel 2010 dopo la disgregazione del 2009, a seguito dell’esclusione dalla corsa alle comunali.

 

"Eppure, per fortuna ci sono decine di amministrazioni comunali che fanno veramente il bene della comunità e del territorio, e in questi casi il Movimento trova il proprio sbocco naturale in tali formazioni civiche magari già esistenti" continua Pellicioli, che fu anche candidato M5S alle elezioni regionali 2013. In quell’occasione fu Dario Violi a diventare portavoce in consiglio regionale. Un esempio di questo è Ponteranica, dove l’attuale Assessore al Bilancio Ceruti era attivista 5 Stelle. A Sorisole l’amministrazione della lista civica Progetto Comune, con il sindaco Gamba, pare aver in seno i valori del Movimento 5 Stelle, e proprio nel programma di queste elezioni e nell’azione di governo in scadenza, si possono ritrovare argomenti in aderenza ad almeno 7/8 azioni espresse dalla Carta di Firenze, il vademecum base per l’azione politica comunale ai 5 Stelle.

 

Per questo motivo Andrea Pellicioli lancia un appello: "Vorrei tanto dire alle centinaia di cittadini Sorisolesi che hanno votato M5S alle politiche 2013, ed ancora alle europee 2014, che il Movimento esiste già all’interno di Progetto Comune. Questa lista è trasversale: ci sono cittadini apartitici, simpatizzanti del centrosinistra, esponenti PD, ed io stesso, ma tutti sappiamo che renderemo conto del lavoro che svolgeremo alla gente, e non ad alcuna segreteria di partito. Le azioni cristalline di questi cinque anni mi hanno convinto, dalla mia posizione naturalmente critica verso gli attori politici, della qualità della lista di Progetto Comune. Alcuni mi hanno tacciato di trasformismo, visto i colleghi di centro sinistra in lista con me, ma questo è completamente fuori luogo. Io resto sempre un attivista 5 Stelle, iscritto al blog, il MoVimento è l’unica espressione nazionale che mi rappresenta politicamente, eppure posso candidarmi personalmente nella lista Progetto Comune proprio perché contiene i valori di onestà, trasparenza, competenza ed interesse pubblico precipui sopra ogni altra cosa, che mi stanno tanto a cuore. Questo senza perdere la mia qualifica pentastellata. Inoltre, l’onestà specchiata del sindaco Gamba e della lista è stata riconosciuta anche dagli avversari, salvo un’ eccezione. Spero che gli elettori M5S convinti, i simpatizzanti M5S, e gli indecisi possano percepire questo fatto e scegliere per il giusto verso. Se poi arrivasse anche la preferenza personale, sarebbe ancora meglio".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luca

    Ricordo che l’attuale assessore al bilancio di Ponteranica Ceruti non è stato eletto dalla cittadinanza, ma è stato chiamato come assessore esterno con i soliti giochi di palazzo. A me sembra che anche i 5 stelle (addirittura non eletti) vogliano le poltrone.

    1. Scritto da Dario Ceruti

      Ad ogni modo la aspetto, i miei orari di ricevimento sono noti.

      1. Scritto da luca

        #ingenuo lo dica a qualcun altro.
        #ingenuo è chi perde i propri voti con la propria arroganza.

        Quale fatto errato ho scritto nei miei post precedenti?
        Li ricapitolo di seguito per aiutarla:
        – Lei non è stato eletto dalla popolazione di Ponteranica
        – Lei è stato nominato assessore esterno

        1. Scritto da Gastone

          In ogni organismo democratico l’esecutivo deve essere separato dal legislativo. Metta il piede oltre il confine di Ponteranica, a Bergamo, e troverà che tutti gli assessori sono nominati dal Sindaco. Lo stesso è per la Regione …e per i ministri del Governo! Perché a da ridire su questa nomina?

        2. Scritto da Dario Ceruti

          Le rinnovo l’invito ad una discussione vis-a-vis su tutto ciò che ha scritto, non solo quello riportato. Chissà che, forse, chiariti alcuni passaggi si possa ricredere.

          Sereni saluti

        3. Scritto da Julian Greenwich

          In Italia e nella maggior parte delle democrazie- E’ OBBLIGO – la separazione tra legislativo ed esecutivo. I Parlamenti, e il Consiglio Comunale è il parlamento del Comune, fanno le leggi, le delibere, i programmi, i Bilanci. L’Esecutivo, cioè il Governo, realizza le volontà dei legislatori. La Giunta comunale è l’esecutivo del Comune. Avere ancora commistione tra legislativo ed esecutivo per i paesi piccoli è l’anomalia legislativa. Quindi Ponteranica è già avanti!

    2. Scritto da Dario Ceruti

      Ultimo punto: provi a vedere chi è rimasto fuori dal consiglio e forse troverà la chiave di lettura delle “preferenze”

      #Ingenuo

    3. Scritto da Dario Ceruti

      Punto terzo: mi piacerebbe capire da quale pulpito giudica la competenza nel ruolo che sono stato chiamato a svolgere.

    4. Scritto da Dario Ceruti

      Punto secondo: mi spiace deluderla, ma il tempo che dedico al servizio alla cittadinanza nulla a che vedere con le poltrone.

    5. Scritto da Dario Ceruti

      Punto primo: i “soliti giochi di palazzo” si chiamano “scelte autonome del Sindaco nella costruzione della SUA squadra”. Salvo variazioni normative, non mi risulta l’obbligo nella scelta tra i consiglieri, ma potrei sbagliarmi.

    6. Scritto da Sandro

      Pare essere l’unico strumento democratico messoci a disposizione dai governanti per tentare di cambiare le cose. Preferisci qualcosa di non democratico (che i nostri politici si meriterebbero)?

      1. Scritto da luca

        non trovo niente di democratico nel chiamare una persona non eletta a fare l’assessore, per di più senza relative qualifiche

        1. Scritto da Sandro

          Beh, visto che almeno gli ultimi 3 o 4 presidenti del consiglio hanno avuto questo “trattamento”, non ci trovo nulla di strano che si prenda esempio dai “grandi”. E comunque rode che un 5 stelle venga valutato positivamente persino dai “soliti noti”…..

          1. Scritto da luca

            Non conosco Andrea e spero che sia una risorsa per la cittadinanza.
            Sono cittadino di Ponteranica ed il mio disappunto è nato dal dispiacere del vedere come la lista per cui ho votato alle ultime elezioni si sia comportata nel scegliere la squadra di governo, onestamente pensavo fossero meglio di chi li ha preceduti. Spero sempre che siano stati in buonafede e che mi facciano cambiare idea con i fatti.

  2. Scritto da leo cat

    Solo chi non conosce il M5S può stupirsi di questa notizia. Solo chi si abbevera alla propaganda di regime, sempre tesa a manipolare l’informazione allo scopo di mantenere lo status quo e i privilegi consolidati può stupirsene. Dalla nascita, il M5S si è dichiarato post ideologico e pronto a valutare il valore concreto di una proposta nel merito, non dalla provenienza. A differenza di un governo che si proclama di centro sinistra solo per far digerire politiche di destra.

  3. Scritto da Sincerità

    2013 Candidato alle Regionali lombarde—2014 Candidato alle Comunali di Bergamo—2015 Candidato alle comunali di Sorisole.Sbaglio,o il ragazzo ha maledettamente bisogno di una cadrega da occupare?Ah però no, è un M5S!!!

    1. Scritto da elena guerini

      cosa centra Pelliccioli è un giovane che si spende per quello in cui crede ,al contrario di quelli che criticano dietro al pc e non si mettono in gioco viva i 5 stelle

    2. Scritto da Robertinot

      Le spiego subito caro signore, io ho curato la parte di formazione delle liste in questi anni e le posso dire che è talmente esteso il coraggio di presentarsi contro i poteri forti in questa provincia che bisogna ringraziare i pochi che si presentano e ne hanno le caratteristiche. Inoltre essendoci delle votazioni interne evidentemente Andrea era tra i più votati. Saluto

      1. Scritto da sincerità

        Beh..la parabola politica del ragazzo si è notevolmente ridimensionata o sbaglio?

      2. Scritto da bepponeilcapo

        Abbiamo potuto apprezzare la. Lasse dirigente grillina, pikachu sul Serio,gregoraci a bg e ilmeccaoleodina del paese dei tubi,anche gente che ha chiuso con fatica la scuola dell`obbligo

        1. Scritto da Al Crawford

          Che analisi politica approfondita… addirittura ironizzare sui cognomi delle persone (roba da terza elementare) e giudicarle sulla base degli hobby e del lavoro che fanno…

    3. Scritto da Al Crawford

      A differenza di quelli per cui voti tu, Andrea non ha “bisogno” di una poltrona perché un lavoro ce l’ha e lo sa fare bene; oltretutto il ruolo di Consigliere Comunale è tutto fuorché una “poltrona” perché con sé porta solo una gran mole di lavoro e per di più non retribuito, quindi evidentemente non sai di cosa parli, ma sei solo un leone da tastiera…

  4. Scritto da Al Crawford

    Grande, Andrea; così si parla!