BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta-Milan anticipata Tifosi amareggiati: “Ci prendono in giro”

Una buona fetta di supporter nerazzurri non ha preso di buon occhio la decisione della Lega Calcio di anticipare a sabato 30 maggio alle 20.45 la partita: in molti avevano già fatto il biglietto e si erano organizzati per assistere al match inizialmente previsto per domenica sera alla stessa ora.

Più informazioni su

A due giorni dalla decisione ufficiale presa dalla Lega Calcio i tifosi atalantini non hanno ancora digerito lo spostamento della partita contro il Milan: previsto da calendario per domenica 31 maggio alle 20.45, il match è stato anticipato a sabato 30 alla stessa ora causando più di un disagio a chi aveva già acquistato il biglietto e aveva magari incastrato alla perfezione gli impegni settimanali per poterci essere.

L’Atalanta ha dato la comunicazione sul proprio sito ufficiale, fornendo ai tifosi tutte le informazioni necessarie: i tagliandi emessi fino a lunedì, prima del comunicato della Lega riguardante la 19esima giornata di ritorno, con la data di domenica 31 maggio sono regolarmente validi per l’ingresso e, nel caso, sono rimborsabili solamente presentandosi presso il punto vendita che li ha emessi fino alle 12 di venerdì 29 maggio.

Se per molti lo spostamento non preclude la possibilità di recarsi ugualmente all’Atleti Azzurri d’Italia, per tanti altri l’anticipo stabilito dalla Lega ha rappresentato un vero e proprio problema: “Ma perchè? – si chiedono – E’ uno schifo che cambino la data cinque giorni prima della partita, ci prendono in giro”.

Tra chi semplicemente decide che non andrà allo stadio per la partita contro il Milan, c’è anche chi si scaglia contro il presidente Percassi, considerandolo responsabile, chiedendo più rispetto e con la promessa di non abbonarsi più il prossimo anno: “Grazie presidente – è uno dei commenti ironici – Questa volta hai toppato, chiedere un minimo di rispetto non mi pare tanto”.

Una delle questioni sollevate è anche quella della concomitanza della partita con la notte bianca dello sport che si svolgerà dalle 20 sul Sentierone: “Come è possibile che la Questura abbia dato parere favorevole?”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sandro

    Finchè nel mondo ci saranno milioni di persone che continuano ad andare allo stadio nonostante essi stessi si accorgano di essere costantemente presi in giro e vessati…l’umanità intera non ha speranza. Dovete lasciarli vuoti quegli stadi! E battervi per le cose serie, per i diritti vostri, quelli dei vostri figli e dei vostri nipoti, che ci stanno togliendo da sotto il naso neanche troppo lentamente. Altro che stadio…

  2. Scritto da franco

    Dopo quanto successo oggi non vi siete ancora resi conto che vi prendono in giro e basta, e si arricchiscono con i vostri soldi?

  3. Scritto da nico

    …e pensare che la richiesta di spostamento pare sia stata proprio fatta da Percassi – inizialmente per anticipare a domenica ore 15 – per poter fare la cena con la squadra subito dopo e lasciare tutti liberi…ed evidentemente anche al milan è andata bene così…

  4. Scritto da mai contenti

    Ai tifosi non gli va mai bene nulla. Se gli avessero messo la partita alle 20,45 di domenica, si sarebbero lamentati perché gli saltava il ponte del 2 giugno

    1. Scritto da poeret

      MAI CONTENTI? c’è gente che viene da fuori..amici addirittura avevano il volo aereo la domenica mattina. Ora a qualcuno potra non interessare ma se c’è una data ufficiale (con tanto di biglietti già venduti) non si cambia per far “piacere a qualcuno” o magari (pensando male) per avere più milanisti (che pagano nuovo biglietto a differenza di un abbonato). Che poi scusate..qualcuno sa il perché dello spostamento? Ordine pubblico? Problemi logistici? TV? oppure cena dei poveri claciatori?

      1. Scritto da nico

        …l’ultima che hai scritto (e sfido marino o percassi a smentirmi:-)