BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cascina Ponchia occupata Il Comune parte civile contro tre occupanti

Il Comune di Bergamo si è costituito parte civile nel processo penale che vede imputati tre occupanti di cascina Ponchia, nel quartiere di Monterosso.

Più informazioni su

Il Comune di Bergamo si è costituito parte civile nel processo penale che vede imputati tre occupanti di cascina Ponchia, nel quartiere di Monterosso. Lo ha reso noto l’assessore alla Riqualificazione urbana Francesco Valesini durante il Consiglio comunale di lunedì 25 maggio.

Lo stabile è occupato dal “Kollettivo autonomo popolare” che da inizio 2014 ha proposto molte iniziative anche in collaborazione con gli abitanti del quartiere. E’ sulla base del lavoro fatto in questi mesi che l’amministrazione ha deciso di togliere la Ponchia dal piano delle alienazioni, l’elenco di immobili messi sul mercato con l’obiettivo di fare cassa. Palafrizzoni vorrebbe trasformare la cascina in una “factory creativa”, laboratorio artistico e culturale. Prima però c’è un processo da affrontare. L’amministrazione ha presentato un esposto in seguito all’occupazione e, sulla base di quella denuncia, le forze dell’ordine hanno svolto indagini. Tre occupanti sono stati individuati, accusati e rinviati a giudizio. Il Comune, per atto dovuto, si è costituito parte civile nel processo.

Nel frattempo la Lega Nord ha presentato un emendamento al piano delle alienazioni per chiedere di non stralciare cascina Ponchia: “E’ un centro sociale abusivo che occupa un immobile comunale, senza che l’amministrazione faccia nulla – spiega il capogruppo della Lega Nord Alberto Ribolla -. Così facendo si crea un nuovo Pacì Paciana. La vendita dell’immobile permetterebbe di reperire 700 mila euro per finanziare le opere pubbliche, che ad oggi sono pari al nulla”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michele

    Va venduta permettendo al comune di recuperare denaro altro che factory creativa e stupidaggini del genere, diverrà un altro paci paciana luogo di spaccio e ritrovo per preparare altre devastazione in stile centri sociali

  2. Scritto da luca

    se permetti c’è un po di differenza fra carabinieri/ex carabinieri e un gruppo di comunisti senza arte ne parte.

    1. Scritto da accendi il cervello

      Quindi secondo te un reato è più o meno grave a seconda di chi lo compie? Beh, in effetti in Italia, lega in primis, si ragiona così. Infatti il problema sono gli immigrati che rubano e i comunisti che occupano case. Poi dei 40 milioni fatti sparire dalla lega o dei 70 politici e imprenditori indagati per expo ne parliamo un’altra volta

      1. Scritto da meglio di no

        Che noia sempre le solite cose..e anche sbagliate.
        I 70 politici indagati per expo (come per il mose o mafia capitale) non sono della Lega sai? Indovina da che parte stanno? Il problema sono quelli che non ragionano come te,pur accendendo il cervello.

        1. Scritto da accendi il cervello

          Scusa, ma dove ho scritto che i 70 indagati sono della Lega?

        2. Scritto da Ugo Fantozzi

          Vero, quelli che credono di ragionare meglio degli altri di solito sono quelli meno attrezzati a farlo, come nel caso del nostro kompagno. Già dal nickname si capisce che snobba chi la pensa “sbagliato”, cioè diversamente da lui. Poi salta sempre fuori con la sua personale “Corazzata Potemkine”.

          1. Scritto da accendi il cervello

            Ho solo dato uno spunto di riflessione. Prova ad argomentare invece di inquadrarmi come kompagno che vuole aver ragione.

          2. Scritto da Ugo Fantozzi

            No, guarda, ti inquadri già da solo.
            In ogni caso è possibile dare in comodato ad associazioni degli immobili pubblici, non c’è alcun reato, anzi. Mentre l’occupazione abusiva lo è eccome. Poi andiamo a vedere chi sono quelli che occupano abusivamente: sempre quelli, sempre i soliti, sempre con le loro deliranti motivazioni. Chi li difende dovrebbe provare ad avere la propria abitazione occupata.

      2. Scritto da Ivan

        Se Gori concedesse in uso al suddetto Kollettivo (con la k, proprio dei bambini) la cascina Ponchia, nessuno direbbe niente, così come successo tra gli ex-carabinieri e Veneziani. C’è un iter da rispettare per usufruire (anche gratis) degli immobili comunali e lo devono fare tutti. Anche voi anarchici che non riconoscete le istituzioni, ma che da più di vent’ anni prendete i soldi dalle stesse per sistemare quella latrina di centro sociale in via grumellina.

  3. Scritto da Preciso

    E quanto valeva la sede degli ex carabinieri sulle mura. Veneziani gleilaassegnò non pagarono mai l’affitto, ma li la Lega si è dimenticata di protestare, vero? Ribolla taci almeno….