BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inaugurato il nuovo terminal Radici: “Nel 2016 arriveranno aerei meno rumorosi” fotogallery video

E' stato inaugurato il nuovo terminal dell'aeroporto di Orio al Serio. Alla cerimonia hanno preso parte il ministro dei trasporti Graziano Delrio, il presidente della Regione Roberto Maroni, il presidente Enac Vito Riggio oltre alle istituzioni bergamasche.

“Un’opera fondamentale per lo sviluppo di Bergamo”. Una frase che è risuonata decine di volte lunedì mattina nel nuovo e mastodontico terminal dell’aeroporto di Orio al Serio, ma in questo caso vale alla lettera. Lo scalo è più grande, più moderno, più confortevole grazie a un importante investimento da parte di Sacbo, che negli ultimi 2 anni ha portato a termine opere per quasi 100 milioni di euro. L’ultima in ordine di tempo è l’aerostazione: nuove aree arrivi, nuovi imbarchi e importanti piazze commerciali per una superficie di circa 11 mila metri quadrati di nuova edificazione a fronte di un investimento di circa 31 milioni di euro.

L’INAUGURAZIONE DEL NUOVO TERMINAL – FOTO

LA NUOVA AEROSTAZIONE – FOTO

Alla cerimonia in grande stile hanno partecipato il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il presidente Enac Vito Riggio, il sindaco Giorgio Gori, l’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte, il presidente della Provincia Matteo Rossi, senatori e deputati, consiglieri regionali oltre a molti esponenti del mondo economico e professionale bergamasco. “L’aeroporto di Bergamo è all’altezza del nostro paese – ha spiegato il ministro -. Molto spesso invece le infrastrutture non sono all’altezza dell’Italia. Servono alla competizione imprenditoriale. Complimenti al presidente Radici e a tutto lo staff. Noi spesso parliamo di società pubblico-privato come esperienze di insuccesso, Sacbo è una di successo”.

GUARDA IL VIDEO

Il presidente Sacbo Miro Radici ha voluto elogiare il lavoro dei dipendenti e ha affrontato anche il delicato nodo delle trattative tra Orio e Verona per la gestione dell’aeroporto di Montichiari: “Il rapporto si è interrotto, ma noi ci siamo comportati sempre in modo cristallino: non sempre gli accordi riescono. A noi interessa Montichiari, ma se non riusciremo a dialogare, siamo pronti a guardarci attorno a 360 gradi”. Radici non dimentica il problema ambientale:”L’aeroporto di Bergamo dista tre chilometri in linea d’aria dal Sentierone: stiamo facendo di tutto per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Ci auguriamo che la situazione possa migliorare ulteriormente l’anno prossimo, con l’arrivo dei nuovi aerei Ryanair, meno rumorosi del 30%”.

Il presidente Enac Vito Riggio auspica addirittura un intervento legislativo per “forzare” il matrimonio tra Sacbo e Save: “La mia idea è che Bergamo si allarghi su Brescia. Deciderò di intervenire in modo più pesante perché la crescita di Bergano ha raggiunto valori molto alti e quindi è giusto che si espanda a Est. Bisogna avere la forza di imporre un quadro programmatico. Lavoreremo per persuadere e se non basterà la persuasione chiederò interventi a livello legislativo”.

IL TAGLIO DEL NASTRO

STORIFY

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cua de paja

    “.. situazione possa migliorare ulteriormente l’anno prossimo, con l’arrivo dei nuovi aerei Ryanair, meno rumorosi del 30%”… stando a quello che si legge in rete e non ai rumors la compagnia ha già circa 300 aerei di quel tipo e 200 in consegna entro il 2019. Forse ad Orio atterrano solo quelli vecchi? Perchè? se invece ci si riferisce a motori e aerei di nuova generazione aspettiamo con calma perchè sono in fase di studio e le prime consegne sono previste tra il 2019/24

  2. Scritto da arpaleni

    se è vero che Orio ha sancito un limite max. di sviluppo di 6.174.000 unità di traffico (passeggeri o merci equivalenti) e a fine 2015 si potrebbe arrivare a 12 milioni, l’unica cosa che sembra interessare a questa bella gente non è certo il rispetto dei vincoli a suo tempo stabiliti.

  3. Scritto da gigi

    Non è la Carnevali quella in primo piano? Non è quella che doveva tutelare i cittadini di Bergamo esposti al rumore?
    Già dimenticato tutto, vero?

  4. Scritto da usiamo il cervello

    a quando gli aerei di carta? Dopo le favole di Montichiari, delle rotte, ecco l’ennesima presa per i fondelli. Guardate quanto hanno perso di valore le case intorno all’aeroporto e vedrete cosa stanno facendo per ridurre l’impatto ambientale……

  5. Scritto da Roberto

    Read next page?
    cHE SIAMO PAZZI?? Mica siamo in Inghilterra?
    A storditiii!!!