BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Borgo di Terzo, Vavassori: “Più vicini alle famiglie SS 42 va messa in sicurezza”

A tu per tu con Stefano Francesco Vavassori, candidato sindaco di Cittadini per Borgo di Terzo: “La nostra lista può contare su persone con un background professionale molto vicino alle tematiche sociali: l'amministrazione deve rappresentare un valido sostegno per le famiglie più disagiate”.

Stefano Francesco Vavassori, 51 anni, impiegato tecnico, è il candidato sindaco per la lista Cittadini per Borgo di Terzo, che concorrerà alla guida del paese alle prossime elezioni amministrative del 31 maggio 2015.

Vavassori, presenti ai nostri lettori la Lista Cittadini per Borgo di Terzo.

La nostra lista è formata da persone che, da sempre, sono state coinvolte nella vita del paese. I nostri membri hanno alle loro spalle una lunga esperienza nel campo del volontariato e hanno contribuito in maniera attiva allo sviluppo delle tematiche sociali all’interno del paese, collaborando con la parrocchia, l’AVIS, il gruppo sportivo.

Cosa l’ha convinta a mettersi in gioco?

E’ dalla prima elezione dell’attuale amministrazione, ormai dieci anni fa, che faccio parte del consiglio comunale, sedendo nei banchi dell’opposizione. Non posseggo alcuna tessera di partito. Ciò che mi ha spinto a partecipare alla vita amministrativa di Borgo di Terzo è il grande amore che nutro per il mio paese, mi piace Borgo di Terzo e penso di poter dare un valido contributo alla gestione del comune.

Se dovesse sceglierne solo una, quale è la priorità assoluta del vostro programma? 

La priorità assoluta è sicuramente il tema del sociale, un tema estremamente complesso, ma centrale per la vita del paese. L’ amministrazione comunale deve diventare un solido sostegno soprattutto per le famiglie delle persone più disagiate – disabili, precari, disoccupati, ecc.-, attraverso una campagna di informazione mirata ed efficiente. La nostra lista – i cui membri provengono in larga parte dal mondo del volontariato – possiede un’ approfondita conoscenza dell’assistenza sociale ed è in grado di monitorare la situazione in maniera efficace.

Quale politica intendete perseguire nel campo dei servizi sociali?

Focalizzerei l’attenzione su tutti quei cittadini che attraversano un periodo di difficoltà, con particolare attenzione ai cittadini più deboli, qualunque sia il loro disagio. A tal fine diventa necessario provvedere alla creazione di una rete d’informazioni che faciliti i contatti tra le famiglie e le associazioni provinciali e regionali che si occupano di assistenza. Un sostegno che deve essere continuativa nel tempo, anche quando le famiglie non saranno più in grado di farsi carico del proprio familiare bisognoso d’assistenza.

Qualora diventasse sindaco e non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera le piacerebbe realizzare?

Innanzitutto vorrei mettere in sicurezza la SS 42 che divide in due il comune di Borgo di Terzo. Oggi, con lo sviluppo di aree commerciali ai margini della strada statale e delocalizzate dal centro del paese, si avverte sempre più l’esigenza di rendere più sicuro il raggiungimento di questi luoghi da parte di tutta la cittadinanza. Inoltre mi occuperei del rilancio del centro storico, favorendo la ristrutturazione urbanistica attraverso l’incentivazione al recupero degli edifici esistenti per favorire l’insediamento di nuovi cittadini.

Quali interventi metterebbe in campo la sua amministrazione comunale per provare a combattere la crisi e favorire il lavoro?

L’attenzione va posta sulle attività produttive e commerciali: favorire la sopravvivenza di quelle che già ci sono e promuoverne la creazione di nuove. Per attuare questi interventi è necessario, attraverso un dialogo costruttivo con commercianti e imprenditori, mettere in campo incentivi e agevolazioni fiscali, fondamentali per un rilancio economico del paese.

Ai cittadini sta molto a cuore la questione sicurezza. Qual è la posizione della vostra lista a proposito?

Per quanto riguarda la questione sicurezza la priorità assoluta della nostra lista è la salvaguardia del bene comune e delle proprietà private del paese. Contro atti vandalici, furti e contro ogni altra azione che possa mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini, diventa necessario una mappatura dettagliata dei punti critici del territorio e l’installazione di telecamere di ultima generazione.

Che ruolo ritaglia per i giovani all’interno della sua amministrazione?

Mi ritengo soddisfatto dell’impegno dei giovani membri della nostra lista durante questa tornata elettorale. Anche se all’inizio erano un po’ timidi, hanno poi partecipato alla discussione dei problemi del paese con grande entusiasmo e determinazione. In caso di elezione darò molto spazio ai più giovani coinvolgendoli nelle scelte dell’amministrazione e lasciandogli un largo raggio d’azione.

Nella corsa a sindaco c’è qualcosa che, secondo lei, la vostra lista ha in più dei concorrenti? 

Ritengo che nelle fila dei nostri avversari ci siano persone molto valide. Tuttavia, la lista Cittadini per Borgo di Terzo ha dal canto suo figure in possesso di un background professionale più vicino alle tematiche sociali rispetto alla lista concorrente.

Arnaldo Cobelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.