BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nozze gay, sì irlandese Affluenza altissima per lo storico referendum

Gli irlandesi hanno detto sì alle nozze gay. Lo hanno annunciato esponenti di entrambi gli schieramenti. Leader della campagna per il "no" hanno detto che l'unica questione aperta è il margine della vittoria dei "sì".

Più informazioni su

Gli irlandesi hanno detto sì alle nozze gay. Lo hanno annunciato esponenti di entrambi gli schieramenti. Leader della campagna per il "no" hanno detto che l’unica questione aperta è il margine della vittoria dei "sì". ”Sono ottimista per la vittoria del sì”, ha detto il premier irlandese Enda Kenny, commentando i risultati da cui emerge sempre più chiara una vittoria del blocco favorevole alle nozze gay. ”Con questo referendum il popolo irlandese sta mandando un messaggio pionieristico”, ha aggiunto.

Solo fino a due decenni fa nel Paese l’omosessualità era ancora considerata un reato. Poi in tempi rapidi è cambiato tutto. Nel 2010 sono state introdotte le unioni civili fra persone dello stesso sesso e ora gli irlandesi sono i primi al mondo a tenere un referendum per decidere sull’introduzione delle nozze gay. Questo potrebbe spingere anche altri Paesi, soprattutto quelli più tradizionalisti, a rivedere la loro politica in materia.

La valanga di sì al referendum per le nozze tra persone dello stesso sesso in Irlanda "dimostra come alla lunga le campagne d’odio nei confronti delle persone lgbt sono sconfitte dal buon senso popolare": è il commento di Aurelio Mancuso, presidente della rete per i diritti civili Equality Italia. Per Mancuso "il risultato di oggi parla anche al nostro paese, dove alcuni settori della gerarchia cattolica appoggiano orribili gruppi integralisti che propugnano esclusione e discriminazione, utilizzando un linguaggio che si sperava fosse stato sconfitto dalla storia". "In Irlanda moltissimi cattolici hanno votato sì, contraddicendo le pesanti ingerenze dei vescovi che erano schierati per il no. Ancora una volta il popolo di Dio è più saggio rispetto a una gerontocrazia che combatte contro ogni libertà. Ora la politica italiana impari la lezione e si decida finalmente a esser degno della collettività dei paesi europei più maturi e avanzati. La legge sulle unioni civili deve esser discussa subito e approvata in tempi ragionevoli da tutto il Parlamento" conclude il presidente di Equality Italia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vito

    Alle sentinelle sfuggono due note fondamentali : questo e’ il risultato di un referendum, non una sentenza di tribunale o una legge del parlamento. Chi è’ contrario alll’esito della consultazione non e’ obbligato a sposarsi con una persona del suo sesso. Seconda cosa, la Chiesa Irlandese ha rilasciato la seguente dichiarazione ” Si deve prendere atto della realtà’, i tempi sono cambiati ” Quando lo capiranno all’ Eco di Bergamo ?

  2. Scritto da Maira

    Anche negli anni 20 la maggioranza degli italiani era fascista: per fortuna che anche grazie alla resistenza si sono accorti dell’errore che avrebbe portato alla distruzione di una nazione. Auguri all’Irlanda e al suo futuro ravvedimento quando gli effetti di tale provvedimento apriranno gli occhi.

    1. Scritto da sicura?

      lei è sicura che saremmo arrivati alla distruzione? le ricordo che si viaggia ancora sulle ferrovie del periodo , le ricordo che inps inail assegno maternità sono cose che magari lei ha usufruito e magari ne usufruisce ancora adesso , comunque lei ritiene che dopo questa legge non ci sarà quella di far diventare genitori due persone dello stesso sesso, magari creando un bambino in provetta? bello cosi una coppia puo scegliere come creare il proprio figlio,

    2. Scritto da peter

      visto che lei, sig.ra Maira, sembra aver già chiaro quali saranno i devastanti effetti del provvedimento, sarebbe così gentile da sottoporli anche a noi, poveracci, che riteniamo essenziale la “libertà delle proprie scelte personali”? grazie.

  3. Scritto da andrea

    VERGOGNOSO.
    spero che dopo questo errore non ci sia anche quello di poter far diventare genitori due persone dello stesso sesso , assolutamente contronatura.

    1. Scritto da pablo

      lei ritiene VERGOGNOSO (in maiuscolo) che qualcuno possa compiere scelte diverse dalle sue… e definisce contronatura una pratica, l’omosessualità, che in natura è molto più diffusa di quanto le hanno raccontato al catechismo…

    2. Scritto da Tasslehoff

      Per me è contronatura chi si ostina a negare l’evoluzione della sensibilità sociale su omosessualità e diritti.
      I commenti di persone come lei mi fanno pensare a quanti (e ci saranno stati anche in quel caso) provassero disappunto quando si introdusse il suffragio universale o in tanti altri casi in cui la società si è evoluta verso un modello più giusto superando discriminazioni e pregiudizi.
      Vedrà che un giorno sarà così anche per le adozioni, e quello sarà un altro bel giorno.

      1. Scritto da Gino

        Sul matrimonio gay sono pienamente d’accordo , sulle adozioni no e con decisione.
        Sull’argomento si sta facendo molta confusione, nelle adozioni in gioco ci sono solo ed esclusivamente i diritti dei bambini (quelli dei gay non c’entrano nulla, non esistono “diritti” per evidenti motivi) e visto da questo punto di vista, che è l’unico possibile ed ammissibile, il tema diventa chiarissimo.

  4. Scritto da il polemico

    nei paesi europei si fanno referendum per temi di attualità,in italia decide solamente il governo senza chiedere il parere di chi li ha votati…dal mandato al governo attuale,all’entrate nell’euro,praticamente a tutto,e quando fnano il referendum,lo aggirano con leggi apposite

    1. Scritto da Boh !?

      E quando sarebbe stato vietato in italia un referendum su questo tema ? A te risulta ?