BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Questore: “Profughi? Invasione pacifica, bergamaschi accoglienti”

Il questore di Bergamo Girolamo Fabiano alla celebrazione per il 163esimo anniversario di fondazione della polizia di Stato: "Nonostante le difficoltà economiche di questo periodo, che coinvolgono anche anche il nostro personale, cerchiamo sempre di essere vicini ai cittadini"

Più informazioni su

 "Quella dei migranti è stata un’invasione massiccia anche in questa provincia, ma senza alcun problema di ordine pubblico. Questo grazie all’impegno delle forze dell’ordine, ma anche alla generosità dei bergamaschi". E’ uno dei punti evidenziati dal questore di Bergamo Girolamo Fabiano nel suo discorso alla celebrazione di venerdì 22 maggio in via Noli per il 163esimo anniversario di fondazione della polizia di Stato.

"Anche quest’anno il tema scelto è ‘Esserci sempre’ – le parole del questore nella sala conferenze gremita di uomini dei vari corpi di polizia bergamaschi – , perchè nonostante le difficoltà economiche di questo periodo, che coinvolgono anche anche il nostro personale, cerchiamo sempre di essere vicini ai cittadini e cercare di diffondere il più possibile il tema della legalità. Lo scopo è quello di assicurare sicurezza e tranquillità sociale".

"Riguardo l’anno appena trascorso – ha proseguito Fabiano – ringrazio gli uomini il loro prezioso operato, e ci tengo a ricordare in particolare tre casi che ci hanno visti protagonisti: a giugno, dopo un lungo e complesso lavoro di indagine, la procura della repubblica ha disposto l’arresto del presunto assassino di Yara Gambirasio, chiudendo un caso che ha tenuto con il fiato sospeso tutti gli italiani.

L’altro è quello legato ai profughi, con 1201 migranti trasferiti in varie zone della nostra provincia, senza mai creare particolari problemi, grazie al nostro lavoro ma anche al buon cuore dei bergamaschi.

Infine lo scorso novembre, in occasione di Atalanta-Roma, ci sono state gravi questioni di ordine pubblico, che in futuro non dovranno più ripetersi e per questo attueremo misure di prevenzione nei confronti di questi teppisti che non si possono definire tifosi". 

Nel corso della cerimonia sono stati premiati 18 poliziotti che si sono distinti durante il loro servizio, in vari ambiti e zone della nostra provincia. E’ stato inoltre trasmesso un filmato che presenta tutti i corpi di polizia che operano sul nostro territorio: 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    dai meridionali,agli extra-comunitari,ai profughi,noi bergamaschi siamo cosi’accoglienti che saremmo disposti ad accogliere anche gli alieni

  2. Scritto da il polemico

    se pure il questore parla apertamente di invasione.senza specificare quanto durerà..di solito le invasioni si fanno per conquistare un territorio e assoggettarlo al proprio volere….beh,più che generosità dei bergamaschi,sarebbe piu opportuno dire generosità dei sindaci pd e dei loro votanti,che pare siano gli unici che vogliono accogliere a tutti i costi i clandestini,e obbligare tutti gli altri a parteciparvi

  3. Scritto da Luca

    Noi chi? Parli a nome di chi? Scendi dal piedistallo

  4. Scritto da Paolo

    Non c’è bisogno che ce lo dica il Questore che i bergamaschi (e le regioni del nord Italia) sono accoglienti con gli immigrati, stranieri o in passato italiani del meridione.. La maggior parte degli immigrati, da decenni si è insediata stabilmente al nord, nonostante i bugiardi che classificano le persone del nord come razziste

  5. Scritto da Claudio

    Evidentemente vivo in un contesto diverso. Questo signore venga nel mio quartiere o si faccia un giro nella zona della stazione . Poi mi dira’ se non ci sono motivi di preoccupazione per la presenza di certi individui, italiani e soprattutto stranieri.

    1. Scritto da PIER

      Hai ragione al cento per cento.In stazione giravano avanzi di galera (anche italiani, ma al novanta per cento stranieri) gia’ dieci anni fa, quando l’immigrazione era di molto inferiore a quella di adesso. E’ un po’ che non ci passo piu’, ma mi immagino adesso cosa gira….

  6. Scritto da + verande x tutti

    Beh, se non ci sono problemi di ordine pubblico mi deve spiegare come mai si è moltiplicata la criminalità, specie in provincia e nelle periferie. Ah, già. Lorsignori vivono comodamente e ben protetti nelle megaville cittadine. Accoglienza? comincino loro a dare il buon esempio!! Noi del popolaccio boia cominciamo ad essere stufi marci di essere trattati come dei paria.