BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Foppa, sotto col mercato: dopo Barun e Lo Bianco è vicino il colpo-Aelbrecht

La forte centrale belga è reduce da un grave infortunio al ginocchio ma è completamente recuperata. Lascerà Busto Arsizio e potrebbe trovare a Bergamo la sua nuova casa. Tra gli ultimi sogni ci sono anche Arrighetti e Piccinini ma sono due piste poco percorribili. A breve la firma del nuovo libero Cardullo.

Più informazioni su

Le conferme sul "operazione rilancio" della Foppapedretti nella prossima stagione, targata Bonetti-Percassi, hanno acceso l’entusiasmo dei tifosi che sono passati in pochi giorni dalla grande paura al sollievo di vedere ancora in campo il glorioso sodalizio orobico. E in campo non per onor di firma, non senza obiettivi ben definiti ma da protagonista. Questo è confermato dai primi nomi dati in arrivo oltre a quello ormai certo dell’alzatrice Eleonora Lo Bianco.

Ma analizziamo reparto per reparto la situazione con le giocatrici ad oggi sotto contratto, quelle probabili e quelle possibili stando a radiomercato.

PALLEGGIATRICI – E’ il reparto ad oggi più completo. Al "volto nuovo" Lo Bianco, che arriva con il suo carico di gloria, successi e talento, si affiancherà Eva Mori, confermata dopo un primo anno di apprendistato. Per la giovane slovena, classe 1996, che l’estate scorsa aveva firmato un contratto triennale, l’opportunità più unica che rara di sudare in palestra a fianco della numero uno al mondo nel suo ruolo. E considerando che la divina Leo avrà anche bisogno di tirare il fiato (va per i 37 anni…) le opportunità per lei potrebbero non essere riservate a pochi spezzoni di set ma a qualcosa in più. La società punta forte su di lei per il futuro. La possibilità che venga spedita a farsi le ossa in società di categorie inferiori sono prossime allo zero.

OPPOSTE – Per Barun siamo ai dettagli, la firma è vicina (Novara ha già annunciato la sua erede Fabris) e con il ritorno della mancina croata a Bergamo, rossoblù nel 2006-’07, saremmo in ottime mani. Con la maglia di Novara è stata prima assoluta per punti realizzati nella passata stagione (602) e terza nella regular season, con percentuali d’attacco prossime al 44%. Come sua vice è probabile la conferma di Miriam Sylla, classe 1995, che ha già mostrato di avere ottimi colpi e di poter essere utilizzata anche in posto quattro.

CENTRALI – E’ il reparto che più ha faticato nella passata stagione, sia per la scarsa propensione di Radecka a questo tipo di gioco, sia per alcuni limiti tecnici oggettivi (Deesing su tutte). Pertanto ci aspettiamo almeno due volti nuovi. Difficile venga confermata Melandri, più probabile rimanga Paggi a cui verranno affiancati due volti nuovi di peso. Il primo identikit ci porta alla belga Freya Aelbrecht (nella foto in alto a sinistra, ndr), classe 1990, reduce da una stagione rovinata a Busto Arsizio a da un grave infortunio al legamento del ginocchio. Il secondo dovrebbe portare ad un’italiana ma le migliori sono già tutte accasate (Guiggi e Chirichella a Novara, Calloni a Firenze, Folie a Modena, Gioli a Montichiari). Il mercato non offre molto, libera ci sarebbe Elisa Manzano che a settembre dell’anno scorso lasciò l’Imoco (a 29 anni) decidendo di fermarsi un anno per motivi personali. Tra gli altri nomi è circolato quello di Arrighetti ma è già promessa sposa con Conegliano. Oppure spazio al mercato estero ma con la consapevolezza di aver poi l’obbligo di una schiacciatrice italiana titolare in campo (minimo sono tre…). Del resto Bonetti l’ha detto in un’intervista recente che basta andare in Serbia e qualcosa di buono si trova (in riferimento a Stevanovic di Casalmaggiore).

SCHIACCIATRICI – La prima è una conferma, ovvero Celeste Plak, che tornerebbe, con l’arrivo di Barun, a giocare nel suo ruolo naturale in posto quattro. A fianco a lei non rimarrà Blagojevic, vicinissima a Montichiari. Piccinini è un nome suggestivo ma difficilmente percorribile (tratta con Novara). Da Modena però si muoverà la belga Helene Rousseaux (nella foto sopra, ndr), chiusa dall’arrivo di Horvath. Certo le caratteristiche della ventitreenne belga sono quelle di un martello più d’attacco e in ricezione ha mostrato alcuni limiti. Una coppia Plak-Rousseaux (con Barun) sarebbe entusiasmante ma pericolosa per gli equilibri in seconda linea. Tra i volti del recente passato, Loda è vicina a Scandicci (dove si è accasata Merlo) mentre la giovane Mambelli potrebbe rimanere, godendo anche della stima del tecnico Lavarini.

LIBERO – Si attende solo l’ufficializzazione dell’arrivo del miglior libero italiano degli ultimi dieci anni, Paola Cardullo, proveniente da Piacenza.

Alberto Caprini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.