BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Tc Bergamo continua il Futures 10mila dollari: avanti Trevisan e Langer

Gli ottavi di finale non sono stati complicati soltanto per gli organizzatori, per via del maltempo, ma pure per alcuni dei favoriti per il titolo. Tanto che Salvatore Caruso, tra i più accreditati per arrivare in fondo e capace di destare un'ottima impressione all'esordio, si è dovuto arrendere al toscano Matteo Trevisan, a segno con un netto 6-4 6-1.

Più informazioni su

In mattinata la prima pioggia, in serata un temporale. In mezzo, tante battaglie spalmate su più campi, per permettere al Futures del Tc Bergamo – Trofeo Banca Generali, di restare nei tempi previsti e proseguire la corsa verso le fasi decisive. Gli ottavi di finale non sono stati complicati soltanto per gli organizzatori, per via del maltempo, ma pure per alcuni dei favoriti per il titolo. Tanto che Salvatore Caruso, tra i più accreditati per arrivare in fondo e capace di destare un’ottima impressione all’esordio, si è dovuto arrendere al toscano Matteo Trevisan, a segno con un netto 6-4 6-1. Non è del tutto una sorpresa, sia chiaro. Perché Trevisan ha talento da vendere e in giornata di buona vena può farsi valere contro chiunque su ogni superficie. E perché proprio in questo torneo e in condizioni simili (umidità e maltempo) riuscì a vincere il titolo nel 2013. Se la testa di serie numero 7 ha dovuto salutare la compagnia, si sono salvate soffrendo la cinque e la quattro, ossia il brasiliano Jose Pereira e il marchigiano Stefano Travaglia.

Il sudamericano ha approfittato del ritiro di Giulio Torroni sul 4-2 al terzo in suo favore, ma la partita fino a quel punto era tutt’altro che a senso unico, nonostante la differenza in classifica di oltre cinquecento posizioni (321 contro 829). Travaglia, invece, ha rischiato molto contro il giovane Matteo Berrettini, astro nascente del tennis azzurro. Il 19enne romano ha incamerato il parziale d’apertura per 6-4 ed è andato vicino a provocare la sorpresa quando ha rimontato da 0-3 a 3-3 nel secondo. Proprio nei momenti caldi, però, è uscito il carattere di un Travaglia che deve ancora trovare la condizione migliore, ma che possiede delle armi in grado di fare la differenza a questo livello.

Una bella sorpresa per il movimento tricolore arriva invece dal milanese Alessandro Bega, bravo a fare lo sgambetto al francese Sidorenko, chiudendo per 7-3 il tie-break del terzo parziale. Nel frattempo, i due favoriti marciano a braccetto: il tedesco Nils Langer stoppa le ambizioni di Pietro Rondoni, mentre il faentino Federico Gaio non ha problemi con l’argentino Martinez.

Giovedì, condizioni meteo permettendo, i quarti di finale del singolare, con Langer-Giacalone e Gaio-Bega.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.