BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ morto in ospedale il pirata della strada che uccise l’assessore fotogallery

E' venuto a mancare a causa di una grave malattia Matteo Vitali, il pirata della strada che il 16 aprile scorso investì e uccise a Grassobbio l'assessore Francesco Pavone. Vitali stava scontando gli arresti domiciliari all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo

 E’ venuto a mancare a causa di una grave malattia Matteo Vitali, il pirata della strada che lo scorso 16 aprile scorso investì e uccise a Grassobbio l’assessore Francesco Pavone. Vitali stava scontando gli arresti domiciliari all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, a causa di una una grave malattia.

Quella mattina il 43enne di Zanica, che lavorava come benzinaio, a bordo del suo furgone aveva travolto in via XXV aprile, all’incrocio con via Zanica, lo scooter guidato dall’architetto e dirigente Aler, per poi trascinarlo con sè per una decina di metri, prima di fermarsi a controllare cosa fosse successo e ripartire a folle velocità.  

Vitali aveva causato anche un secondo incidente, poco più avanti, prima di essere arrestato dai carabinieri di Bergamo all’ospedale Bolognini di Seriate dove si era recato per farsi medicare. Era finito in carcere per omicidio colposo, omissione di soccorso e fuga.

Nonostante la richiesta, il Tribunale del riesame gli aveva negato la scarcerazione per "marcata insensibilità ai precetti legali", "disinteresse per il prossimo" e "difetto di autocontrollo".

Il gip invece, ricevuta una nuova istanza del difensore Enrico Mastropietro, aveva disposto i domiciliari in ospedale, anche in virtù delle gravi condizioni di salute. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.