BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In nome di Palma il Vecchio cena a base di mais spinato e birra in tema da Mimmo

Mercoledì 20 maggio alle 20 al ristorante "Da Mimmo" serata di presentazione del menu Palma il Vecchio a base di prodotti tipici ed eccellenze del territorio bergamasco per rendere onore alla mostra aperta sino al 21 giugno alla Gamec Bergamo che celebra il genio pittorico del maestro di Serina.

Siamo abituati a vedere il mais legato al piatto tipo di Bergamo, la polenta. Ma il mais riserva molte sorprese e centinaia di piatti. Per scoprire solamente alcuni, mercoledì 20 maggio alle 20 il ristorante Da Mimmo in Città Alta propone un menù particolare a base di prodotti tipici ed eccellenze del territorio, legato alla mostra “Palma il Vecchio, lo sguardo della Bellezza”, aperta sino al 21 giugno prossimo alla Gamec di Bergamo. A questo evento artistico di portata internazionale, si uniscono grazie al ristorante "Da Mimmo" di Città Alta, gestito dalla famiglia Amaddeo, il Mais Spinato di Gandino e la Birra "Il Palma", una speciale ambrata ricettata dal Birrificio Otus.

Si inizia con un aperitivo a buffet, si prosegue con i crostini al ragù bianco di pecora e i grissini di farina di mais Spinato di Gandino. Poi la viene riproposta la ricetta il "Chissöl de la Bergamasca" con polenta abbrustolita a base di Mais Spinato di Gandino e Stracchino all’Antica delle Valli Orobiche. Come primo piatto verranno serviti dei ravioli di verdure ripieni all’Agrì di Valtorta al burro di malga e salvia, mentre come secondo piatto sarà presentato il baccalà mantecato con polenta di mais Spinato di Gandino.

A chiudere la cena sarà il gelato fatto in casa alla farina di mais e Strachitunt.

Sarà l’occasione di scoprire la storia, le caratteristiche e le potenzialità di questo particolare mais grazie alla presenza della Comunità del Mais Spinato di Gandino, con Filippo Servalli, Antonio Rottigni e Adriano Galizzi, titolare dell’omonima azienda agricola che ha sede a Leffe, oltre ad Anna Cremonesi, presidente del giovanissimo Birrificio Otus di Seriate, che ha per la cena propone la "Birra del Palma". Una birra che vanta fra gli ingredienti, gli aromi di ginepro e il miele della Val Serina, prodotto nell’Agriturismo Péta.

Un menù che è un viaggio nella storia della cucina e dei prodotti bergamaschi e che sarà riproposto lunedì 1° giugno con uno show-cooking al Cluster Cereali e Tuberi di Expo Milano 2015.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ponte Merlo

    È una bella iniziativa quella di unire la creatività dei fornelli a quella dei pennelli. Che però la tavola non prevalga troppo sulla tavolozza altrimenti, come a Venezia il Carpaccio in carpaccio, a Bergamo, Palma il Vecchio avrà fatal abbinamento alla polenta consa di formaggio stagionato. ps. Il Palma mai mangiò mais. Morì cent’anni prima….. di desiderio?