BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per Martina Caironi nuovo primato mondiale nel salto in lungo

L'atleta bergamasca a Barcellona ha eguagliato il record mondiale di 4,60 metri di Vanessa Low dopo aver vinto nei 100 metri. La stagione della campionessa paralimpica di Londra 2012, dunque, inizia nel migliore dei modi.

Più informazioni su

Un salto in lungo da record per la bergamasca Martina Caironi. L’atleta paralimpica, medaglia d’oro a Londra nel 2012, domenica al Gran Prix internazionale di Barcellona ha stupito tutti, ancora una volta, con un salto in lungo perfetto che l’ha portata non solo sul gradino più alto del podio, ma addirittura a eguagliare il record mondiale di Vanessa Low con 4,60 metri.

Soddisfazione doppia, quella conquistata in Spagna dalla Caironi, che poco prima di servire il magico salto da world record aveva chiuso davanti a tutti anche nei 100 metri, fermando il cronometro a 15”42 (18 centesimi sopra il primato di cui è detentrice): "Dopo aver saltato i 4,60 metri ero incredula – ha spiegato l’atleta bergamasca, commentando sul proprio profilo Facebook l’impresa appena compiuta -. Probabilmente quel salto è stato anche figlio dell’adrenalina che mi aveva dato la vittoria nei 100 metri conquistata poco prima".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Josep Maria Antentas

    Complimenti !.

    Ho fatto lo speaker é statto una grande esperienza per me e penso che per tutti e tutte.!

    Arrivederci

    Josep Maria A.

  2. Scritto da Luciano Avogadri

    Che forza. Complimenti.