BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

All’auditorium film-evento sull’ultimo disco di Paolo Fresu

Martedì 19 maggio all'auditorium di piazza Libertà a Bergamo è in programma la proiezione del film "Wenn aus dem himmel" ("Quando dal cielo..."), sulla produzione dell'ultimo disco del jazzista Paolo Fresu.

Più informazioni su

All’auditorium di piazza Libertà a Bergamo è in programma la proiezione del film "Wenn aus dem himmel…" ("Quando dal cielo…"), sulla produzione dell’ultimo disco del jazzista Paolo Fresu. L’appuntamento è martedì 19 maggio alle 21.

La pellicola, firmata da Fabrizio Ferraro (Italia/Francia 2015, 93min), vede protagonisti Manfred Eicher, Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura.

La presentazione del film anticipa: "In un auditorium deserto, un luogo sospeso nel tempo e nello spazio, due musicisti jazz, Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura, incontrano per la registrazione di un disco lo storico produttore della Ecm Manfred Eicher. Qui si sviluppa un lavoro artistico e artigianale in tutto analogo a quello di un laboratorio rinascimentale. Un lavoro nel quale la ricerca sul suono, l’esecuzione, la costruzione della struttura musicale, diventano espressioni di una visione per un pubblico a venire".

"Wenn Aus Dem Himmel…" è il racconto in immagini dell’incontro artistico tra Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura ed il produttore Manfred Eicher, fondatore dell’etichetta discografica Ecm, per la realizzazione dell’album "In Maggiore". Un incontro che si è sviluppato nell’arco di tre anni nei quali Fabrizio Ferraro ha filmato separatamente i musicisti nei loro luoghi di origine, nell’intimità delle loro case dove i processi creativi hanno origine. E poi nel corso dei loro viaggi e concerti, nei quali le idee musicali cominciano a prendere forma. E infine nell’Auditirium della Rsi a Lugano, dove si sono svolte le registrazioni vere e proprie. A dare il titolo al disco, uscito il 20 marzo 2015, il brano originale di Paolo Fresu che conclude l’album con una serie di intervalli maggiori, dal colore raramente usato nel jazz e che rimandano all’atmosfera di apertura.

Nel loro "In Maggiore" il trombettista sardo e il bandoneonista marchigiano cercano e ritrovano la poesia dei piccoli suoni e di un gesto musicale non magniloquente ma proprio per questo ancora più espressivo e significativo in un’epoca di crescente rumore e pressione acustica. Una ricerca catturata da Fabrizio Ferraro e restituitaci in immagini in grado di portare lo spettatore al centro del processo creativo.

L’iniziativa è promossa da Lab80 in collaborazione con Bergamo Jazz.

Il biglietto di ingresso è di 6 euro (intero) e di 5 euro (ridotto).

Per ulteriori informazioni: www.lab80.it – 035342239.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.