BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta-Genoa, secondo match point salvezza Reja ci prova col tridente

Secondo match point salvezza per l'Atalanta: contro il Genoa basta un pareggio per blindare la permanenza in Serie A. Reja ritrova D'Alessandro, convocato ma non certo del posto dal primo minuto: se non dovesse farcela una tra Maxi ed Estigarribia nel tridente con Pinilla e Gomez.

Più informazioni su

Edy Reja vuole mettere definitivamente la parola fine sulla questione salvezza: domenica al Comunale arriva il Genoa e ai nerazzurri basta un pareggio per blindare la permanenza nella massima serie e condannare il Cagliari.

Una gara di certo non semplice perchè i rossoblu sono ancora in corsa per un posto in Europa League, nonostante al momento non abbiano la necessaria licenza Uefa per giocare una competizione europea. Nelle ultime cinque sfide disputate all’Atleti Azzurri d’Italia l’Atalanta ha vinto una sola volta contro il Genoa, nella stagione 2011-2012 quando a decidere fu una rete di Guido Marilungo: lo scorso anno finì 1-1 con De Luca che nel finale pareggiò il momentaneo vantaggio siglato da De Ceglie. Completano il bilancio dei precedenti recenti, un altro pareggio e due sconfitte.

Reja deve fare i conti con le assenze certe degli infortunati Raimondi, Masiello ed Estigarribia, che si sottoporrà ad una nuova operazione, e degli squalificati Denis, Zappacosta e Biava : figura invece nell’elenco dei 23 convocati Marco D’Alessandro che in settimana ha dovuto fare i conti con un fastidio al tallone e che torna invece disponibile per la partita di domenica, anche se le sue condizioni sono ancora tutte da verificare.

Se fosse ristabilito al 100%, D’Alessandro partirà dal primo minuto nel tridente con Pinilla e il Papu Gomez: se invece non dovesse farcele si aprirebbe il ballottaggio tra Emanuelson e Maxi Moralez. A centrocampo si giocano una maglia Cigarini e Baselli, reduce dall’ottima prova con gol di Palermo, mentre Migliaccio e Carmona sembrano certi del posto. Qualche dubbio anche in difesa dove Reja ritrova Sportiello tra i pali: a destra Bellini in vantaggio su Scaloni, a sinistra Dramè su Del Grosso, mentre Benalouane e Stendardo comporranno la coppia centrale.

Anche Gasperini non arriva a Bergamo con la formazione tipo: dopo aver perso Perotti, in settimana si è fermato anche Niang che ha chiuso anzitempo la propria stagione. Nel tridente offensivo, quindi, ci sarà Borriello, anche se Pavoletti rimane in corsa, supportato da Lestienne e Iago Falque: centrocampo muscolare con Rincon ed Edenilson sulle corsie, Kucka e Bertolacci nel mezzo. Solita difesa a tre davanti a Perin con Roncaglia, Burdisso e Izzo.

Atalanta-Genoa (ore 15), probabili formazioni

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Bellini, Stendardo, Benalouane, Dramè; Migliaccio, Cigarini, Carmona; D’Alessandro, Pinilla, Gomez. All. Reja

Genoa (3-4-3): Perin; Roncaglia, Burdisso, Izzo; Rincon, Bertolacci, Kucka, Edenilson; Iago Falque, Borriello, Lestienne. All. Gasperini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    L’unica cosa bella di questa squadra è Baselli, che però questo allenatore non fa giocare.