BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Red carpet, giuria e Catherine Deneuve: Cannes parte “A testa alta”

Un inizio di festival dal tono ben diverso rispetto alla frivola vacuità proposta lo scorso anno da “Grace”, eppure in molti si chiedono perchè come pellicola inaugurale non sia stata scelta “Mad Max” di George Miller, film senz’altro spettacolare.

Mercoledì sera al Grand Théatre Lumière cerimonia di apertura del 68° Festival di Cannes.

Dopo un balletto con la coreagrafia di Benjamin Millepied, l’attore Lambert Wilson ha invitato sul palcoscenico la Giuria dei lungometraggi composta da Rossy de Palma, Sophie Marceau, Sienna Miller, Rokia Traoré, Guillermo Del Toro, Xavier Dolan, Kake Gyllenhall e i presidenti Joel e Ethan Coen.

Come sempre favoloso il red carpet con alcuni abiti davvero di classe e i consueti interminabili flash fotografici che si svolgono davanti a centinaia di persone in un’atmosfera ovattata e un po’surreale: al termine della "sfilata" l’attrice Julianne Moore ha dichiarato aperto il festival.

La cerimonia ufficiale è poi proseguita con la proiezione del film “La Tete Haute” (A testa alta) di Emmanuelle Bercot, alla presenza della regista e degli interpreti: Catherine Deneuve (un giudice minorile), Rod Paradot (il protagonista, seguito da bimbo a diciottenne nella sua crescita delinquenziale), Benoit Magimel (un educatore) e Sara Forestier (la madre).

E’ una storia di disagio giovanile maturato e “costruito” inesorabilmente in una periferia urbana, una storia dura e toccante ma non senza molti luoghi comuni.

Un inizio di festival dal tono ben diverso rispetto alla frivola vacuità proposta lo scorso anno da “Grace”, eppure in molti si chiedono perchè come pellicola inaugurale non sia stata scelta “Mad Max” di George Miller, film senz’altro spettacolare.

E’ proprio oggi, giovedì il giorno di "Mad Max" ed è anche il giorno del primo film italiano in concorso, quello di Garrone "Il racconto dei racconti"

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.