BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Assalto a Kabul: uccisi il bergamasco Sandro Abati e la sua promessa sposa

Si chiama Sandro Abati, bergamasco di 48 anni di Alzano Lombardo, la vittima italiana dell'assalto terroristico contro un residence per stranieri a Kabul avvenuto mercoledì sera. Sarebbero morti anche un americano e quattro indiani. Tra loro anche la fidanzata kazaka con cui Sandro avrebbe dovuto sposarsi presto a San Pellegrino Terme.

Si chiama Alessandro Abati, bergamasco di 48 anni di Alzano Lombardo, consulente di progetti infrastrutturali, la vittima italiana dell’assalto terroristico contro un residence per stranieri a Kabul avvenuto mercoledì sera. Con lui sono morti anche un americano e quattro indiani Abati si trovava nella guesthouse insieme alla sua compagna, di origini kazake, anche lei rimasta uccisa nell’attacco. I due si sarebbero dovuti sposare questa estate a San Pellegrino Terme. La compagna è Aigerim Abdulayeva, 28 anni.

Abati vinceva dei bandi e lavorava spesso all’estero. Ha sentito i parenti l’ultima volta mercoledì sera per i soliti saluti e a Bergamo era tornato l’ultima volta a Pasqua. Diceva che si trovava meglio all’estero rispetto all’Italia, perché nei Paesi poveri c’è più umanità e coesione. Era molto conosciuto nell’ambito del volontariato.

La salma arriverà tra 15 giorni passando da Roma. Sarà sepolto ad Alzano Lombardo.

I parenti hanno saputo la tragica notizia nella notte tra mercoledì 13 e giovedì 14 maggio: sono stati chiamati ed è stata chiesta loro una foto per il riconoscimento.

Giovedì mattina, intorno alle 13, è arrivato anche il sindaco di Alzano Lombardo Annalisa Nowak "per dimostrare la vicinanza alla famiglia. Comprendo il loro dolore essendo anche io genitore".  In lacrime Raffaella Bonomo, la moglie del cugino Maurizio Abati: "Ho appena riletto l’invito al matrimonio – è stato il commento della donna – . Un sogno infranto. Che disgrazia". 

Vittorio Milesi, sindaco di San Pellegrino Terme, aveva conosciuto la coppia qualche mese fa: "Posso solo dire di aver incontrato due persone squisite – ha commentato -. La notizia mi ha lasciato scioccato". Alessandro e Aigerim avevano scelto il casinò di San Pellegrino Termne per sposarsi: sarebbe stato il primo cittadino di Gandino, amico dello sposo, a ufficializzare le nozze.

I talebani hanno rivendicato l’attacco. Il loro portavoce Zabihullah Mujahid, in una email inviata ai media ha detto che il gruppo ha preso di mira il residence perché frequentato da stranieri, tra cui americani. Secondo la rivendicazione a condurre l’attacco è stato un solo uomo, non tre come affermato dal governo afgano.

Nella rivendicazione in lingua pashto Mujahid ha precisato che "un attentatore suicida della provincia di Logar ha attaccato la guesthouse". Si è trattato, ha aggiunto, di "Muhammad Idrees, armato di una pistola, un fucile e materiale esplosivo" che "ha attaccato il luogo dove si trovavano oltre 100 persone".

 

IL VIDEO 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.