BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Italia torna a crescere: +0,3% il Pil del primo trimestre

Italia fuori dalla recessione. Nel primo trimestre 2015 il Pil è tornato a crescere, con un aumento dello 0,3% rispetto all'ultimo trimestre del 2014. Lo rende noto l'Istat nelle stime preliminari, calcolando invece su base annua una variazione nulla.

Più informazioni su

Italia fuori dalla recessione. Nel primo trimestre 2015 il Pil è tornato a crescere, con un aumento dello 0,3% rispetto all’ultimo trimestre del 2014. Lo rende noto l’Istat nelle stime preliminari, calcolando invece su base annua una variazione nulla. I risultati sono superiori alle attese degli analisti. Il dato reso noto oggi dall’Istat è destagionalizzato e corretto per gli effetti di calendario. Il primo trimestre del 2015 ha infatti avuto una giornata lavorativa in meno del trimestre precedente e lo stesso numero di giornate lavorative rispetto al primo trimestre del 2014.

La crescita congiunturale, evidenzia l’Istituto di statistica, è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nei comparti dell’agricoltura e dell’industria e di una sostanziale stazionarietà nei servizi. Dal lato della domanda, l’Istat ha registrato un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) maggiore dell’apporto negativo della domanda estera netta. La crescita del Pil registrata nel primo trimestre dell’anno, pari a +0,3%, è la più alta da inizio 2011. Lo si evince dalle tabelle diffuse dall’Istat. Per ritrovare un aumento più significativo bisogna infatti risalire al primo trimestre di 4 anni fa, quando il Pil aumentò dello 0,4%. La variazione acquisita del Pil per il 2015, quella che si otterrebbe cioè in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno, è pari a +0,2%. Lo comunica l’Istat in base alle stime preliminari sul primo trimestre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    lo rende noto l’istat nelle stime preliminari…….si fa passare per buono una stima??io stimo che l’atalanta l’anno prossimo vincerà lo scudetto.,quindi dobbiamo veramente crederci??nel frattempo realtà consolidate da decenni di successi nel commercio,cominciano a saltare con migliaia di licenziamenti,,e quelle non sono stime,ma realtà

    1. Scritto da Boh !?

      Tutte le volte che senti parlare di pil istat si chiama “stima preliminare” , che comunque è riferita ad un periodo ormai trascorso (in questo caso I trimestre ) . I correttivi definitivi che vengono adottati a distanza di tempo sono dell’ordine di 2 decimali (tipo 0,05) . Perchè le altre “stime preliminari” negative non le degnavi di un dubbio e questa sì ? Ti disturba se la tendenza non è più negativa ?

  2. Scritto da MAURIZIO

    Il discorso di Robert Kennedy all’Università del Kansas, il 18 Marzo del 1968, non ha evidentemente insegnato nulla a questa gente che continua a ragliare di sviluppo economico.

    1. Scritto da Necrofori

      Sì ma anche quella dei mesi precedenti aveva lo stesso difetto e se adesso è + e prima era – permetti che lo preferisca. Sarà anche malcontato ma numero di occupati e disoccupati dipende molto da quella variazione .

  3. Scritto da Alberto

    Il rimbalzo del gatto morto.

    1. Scritto da Silviuzzo

      Hai per caso un’idea di chi l’ha ammazzato ? Magari quelli per cui votavi tu ?

      1. Scritto da Alberto

        Vedila pure da tifoso, a me non cambia nulla.

    2. Scritto da Luca

      Per carità, siccome più giù del fondo non si va, ad un certo punto ci sarà pure un fisiologica risalita. Ma solo per i corsi e ricorsi storici, non certo per merito dei nostri miopi (e poltronari di professione) governanti