BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

AlbinoLeffe, Andreoletti: “Ripescaggio? Speriamo E puntiamo sul Comunale”

Il patron del club seriano, domenica retrocesso in serie D: "Presenteremo la domanda di ripescaggio ma, al tempo stesso, inizieremo a pensare anche alla nuova categoria. Per lo stadio di Bergamo abbiamo chiesto il rinnovo: non ho motivo di pensare che ci venga negato".

Più informazioni su

Fine della favola? Nemmeno per sogno: l’AlbinoLeffe è pronto a ripartire, anche se dovesse essere serie D. Parola di Gianfranco Andreoletti. Il patron seriano, dopo una piccola pausa di riflessione post-delusione, è tornato a parlare. Per farlo ha scelto le collonne del sito internet della società, dove ha spiegato i programmi futuri del suo giocattolo biancazurro partendo da una piccola speranza di restare ancora nel calcio professionistico: "Sicuramente presenteremo la domanda di ripescaggio – ha spiegato il presidente Andreoletti -, ma questo è un argomento che che dev’essere ancora qualificato dagli organi federali. Quando avremo più chiarezza sulle reali possibilità la società agirà. Nell’attesa, comunque, penseremo alla nuova categoria senza farci distrarre da ipotesi di non facile concretizzazione".

Il numero uno della Celeste ha anche parlato della questione stadio, di fondamentale importanza per accedere da favoriti alla griglia dei ripescaggi: "È noto che il nostro contratto è in scadenza il 30 giugno e che abbiamo presentato richiesta di rinnovo. D’altra parte – ha spiegato ancora Andreoletti – lo stadio Comunale è l’unico bergamasco che risponde alle specifiche tecniche dei campionati professionistici. La disponibilità del medesimo sarà una condizione comunque indispensabile per poter presentare domanda di ripescaggio e non ho motivo di pensare che ci venga negato. È, però, un peccato che a suo tempo l’amministrazione non abbia accolto la nostra richiesta di realizzazione di uno stadio per il calcio ‘minore’ perché oggi farebbe comodo".

"Domenica si è chiusa una stagione come peggio non poteva finire: ultimi in classifica e con l’amarezza di un’ultima gara persa con qualche rammarico. Pareva che fossimo riusciti a riprendere il bandolo della matassa che si era maledettamente ingarbugliata nella prima parte del campionato ma il filone negativo contro Giana, Torres e Lumezzane ha, prima, compromesso la speranza di una salvezza diretta e, poi, ci ha portato allo scontro diretto nell’ultima gara di campionato in casa del Pordenone. Peccato. Nell’assumermi la responsabilità piena di questa pesante retrocessione – ha continuato il presidente – ringrazio tutti, collaboratori, staff e giocatori, per l’applicazione dimostrata nel corso della stagione e auguro loro che sappiano trarre da quest’esperienza negativa uno spunto per migliorarsi ancor più e dimostrare d’essere validi giocatori come ho sempre pensato che fossero. Entro la fine della prossima settimana si terrà un’assemblea dei soci AlbinoLeffe e in quella sede decideremo quale sarà il percorso futuro più appropriato per la nostra società".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da maurizio

    Io non ho niente di personale contro l’Albiinoleffe perché è sempre e comunque una squadra bergamasca e non vedo perché non la si possa ammirare. La cosa che invece da sempre penso è che ognuno abbia a rendersi conto delle proprie dimensioni e posizioni e che per questo non abbia a pretendere cose che non gli competono, anche perché giocare in uno stadio, come quello di Bergamo, che già di per se’ piccolo sembrava comunque immenso per l’affluenza di pubblico mi pare fuori luogo.

  2. Scritto da paolo

    (A Stefano) La società Albinoleffe può chiedere all’amministrazione del proprio comune l’uso di un impianto sportivo. Quindi non vedo cosa centrino Alzano, Albino o Leffe, viso che la sede dell’AlbinoLeffe è a Bergamo

    1. Scritto da stefano

      Una societa’ sportiva puo’ chiedre l’utilizzo di un impianto sportivo indipendentemente dalla sede legale…quindi anche fuori Bg (visto che le giovanili dell’Albinoleffe e gli allenamenti della prima squadra si svolgono a Zanica)

      1. Scritto da paolo

        A me i ripescaggi non piacciono, la categoria si guadagna o si perde sul campo, comunque conto di giocare ancora al comunale di Bergamo, non c’è ragione di giocare da qualche altra parte.

  3. Scritto da il polemico

    sono da sempre un simpatizzante,e alcune volte ai tempi della serie b ho pure assistito alle partite,personalmente gia dalla lega pro,lo stadio di bergamo mi sembrava troppo dispersivo e poco accogliente per far sentire il calore del pubblico,quindi io spero che vanga ripescato a discapito di altre squadre scialaquone,ma pure io opterei per uno stadio più intimo e più caldo,quello di bergamo lo lascerei ai pseudo tifosi(non tutti per fortuna) che passano i dopopartita a sfasciare le cose

    1. Scritto da stefano

      Spiace per lei, ma il coinvolgimento e la condanna nel processo del calcioscommesse chiude le porte ad eventuali ripescaggi a meno che Lega o Figc intervengano in maniera “politica”.
      Tot ol rest al vansa, solo Atalanta

      1. Scritto da Sam

        …calcio scommesse??? E Doni dove lo mettiamo? Gira ancora a testa alta il parafulmine di percassi?

  4. Scritto da marco bg

    Andreoletti ha grosse responsabilità nella retrocessione: nonostante i mln presi x vendita di Belotti,da 2-3 anni acquisti di nuovi giocatori con il contagocce (e quasi tutti svincolati); esonerati allenatori che stanno facendo bene (Pala, ecc.); rapporti con i tifosi e i media inesistenti. Forse adesso servirebbe un ricambio al vertice (Acerbis?). Il mio sogno è che Percassi ne faccia la squadra satellite dell’Atalanta. x lo stadio ce ne vuole uno in provincia omologato x legapro (Cologno?).

  5. Scritto da natalia

    Presidente .. siamo tutti con lei . Forza ….

  6. Scritto da claudio

    Ma allora lo fa di proposito. A Leffe c’e’ un campo adatto alla categoria. E’ proprio la presenza della sua squadra al Brumana, caro sig. presidente, che ritarda la ristrutturazione dello stesso. O pensa di intrufolarsi senza sganciare un euro ?

  7. Scritto da Lina

    squadre da serie d devono giocare sui loro campi non rovinando l’erba del mitico stadio Brumana e senza pagare

  8. Scritto da pota

    Contrario a qualsiasi ripescaggio. Il risultato sul campo determina la categoria

  9. Scritto da Marco

    Basta Andreoletti, fuori dal Brumana.
    Stadio per 99 anni all’Atalanta che ne disporrà una veloce ristrutturazione a spese proprie.

  10. Scritto da stefano

    “…… richiesta di realizzazione di uno stadio per il calcio ‘minore’ perché oggi farebbe comodo”.
    Ecco quindi che Alzano, Albino e Leffe sono impianti piu’ che adatti alla categoria….