BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Formazione professionale, la Regione taglia i fondi A rischio il futuro dei prof

La Regione taglia e compromette il futuro di Abf, l'azienda della Provincia che forma oltre duemila ragazzi ogni anno e li prepara al mondo del lavoro. Già da quest'anno la sforbiciata sarà di 500 mila euro. Dal 2016, quando il piano regionale andrà a regime, il taglio definitivo sarà di 1,6 milioni

Più informazioni su

La Regione taglia e compromette il futuro di Abf, l’azienda della Provincia che forma oltre duemila ragazzi ogni anno e li prepara al mondo del lavoro. Già da quest’anno la sforbiciata sarà di 500 mila euro. Dal 2016, quando il piano regionale andrà a regime, il taglio definitivo sarà di 1,6 milioni di euro con possibili conseguenze per le prospettive lavorative di molti professori.

Il Consiglio provinciale ha però votato un emendamento per chiedere, previo parere della Corte dei conti, la stabilizzazione di una cinquantina di dipendenti che hanno superato il termine di 36 mesi di precariato. “Fino a settembre 2015 la Regione ha confermato i fondi – spiega il consigliere delegato Alberto Vergalli -, dal nono mese invece cambierà tutto. Verranno a mancare 500 mila euro per quest’anno, mentre 1,6 dal 2016. Alla luce della rivoluzione in corso cercheremo di ridurre i costi dove possibile”.

Il presidente Matteo Rossi spera che ci sia un intervento anche da parte del ministero per valorizzare la formazione professionale: “Chiederemo alla Regione di non ridurre il numero delle doti, ma incrementare l’attività. Abbiamo contattato anche il ministero perché questa esperienza è troppo poco considerata nel dibattito della buona scuola. Il mondo della formazione professionale è spesso formato da invisibili”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beppe

    E’ uno schifo!!
    Continuano a tagliare dove non si deve ma i veri tagli alla sporca politica non li hanno ancora fatti e presumo non li faranno mai.

  2. Scritto da Luciano Avogadri

    In tutto il resto del mondo nel titolo si sarebbe scritto “A rischio il futuro degli alunni”. In Italia invece la scuola è fatta per dar “lavoro” agli insegnanti, evidentemente.

  3. Scritto da Stefano

    Francamente non so più che cosa pensare: da una parte si alzano dolenti lamenti per la dispersione scolastica, per i ragazzi allo sbando, per il mancato raccordo tra imprese e scuola., dall’altra la Regione taglia la formazione professionale. Tutti parlano di scuola , ma a nessuno sta veramente a cuore.
    E, sia chiaro, qui non si parla del destino dei professori, ma di quello dei ragazzi ossia di coloro che pomposamente, ma anche retoricamente, dovrebbero rappresentare il nostro futuro.

  4. Scritto da Boutade

    Ma se Renzi dice che ne assumerà migliaia