BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Più sicurezza, Piazzalunga presenta i nuovi dispositivi sui carrelli elevatori fotogallery video

Piazzalunga Srl ha presentato una serie di pacchetti per evitare e ridurre gli infortuni sul lavoro dovuti ai carrelli elevatori. Luana Piazzalunga, amministratore delegato: "Siamo convinti che con poche e mirate azioni, unite a dispositivi economici, si possano ridurre drasticamente, se non evitare, infortuni sul lavoro".

Lo spostamento di mezzi di trasporto in azienda è una tra le cause di infortuni sul lavoro. Alcuni anche mortali. Per questo motivo Piazzalunga Srl, azienda che dal 1983, vende, noleggia e ripara carrelli elevatori ha deciso di investire in sicurezza proponendo un seminario per i propri clienti. Un incontro per conoscere i maggiori rischi che causano infortuni e come evitarli. Infine la presentazione di una serie di pacchetti che permettono una maggiore garanzia.

"La sicurezza sul posto di lavoro è uno dei punti fermi della nostra azienda, per questo abbiamo ritenuto importante investire nella formazione dei nostri clienti" afferma Luana Piazzalunga, amministratore della Piazzalunga Srl, l’azienda di famiglia fondata dal padre Luigi scomparso due anni fa. "Abbiamo sempre venduto, noleggiato e riparato carrelli elevatori – continua Luana Piazzalunga – poi nel 1993 sono entrata in azienda e dal 1996 sono amministratore delegato".

Da quando Toyota è sbarcata in Italia, Piazzalunga è stata un punto di riferimento per il settore a Bergamo e provincia, oltre che del Nord Italia.

Oggi l’azienda conta 35 dipendenti e un fatturato di oltre 7 milioni di euro nel 2014.

"Abbiamo sempre puntato sulla qualità, un valore aggiunto che paga sempre. Anche per questo ora puntiamo sul sistema SpotMe di Toyota" conclude Luana Piazzalunga.

SpotMe migliora la sicurezza dei carrelli elevatori in magazzino. In zone con ridotta visibilità, SpotMe avvisa gli operatori sul carrello e quelli a piedi di potenziali pericoli di incidenti proteggendo quindi l’incolumità degli operatori, dei carrelli e dei materiali movimentati. I sensori a infrarossi identificano gli spostamenti, o anche solo la presenza, di carrelli elevarori e operatori a piedi che si avvicinano al medesimo incrocio contemporaneamente. Ogni qualvolta è presente un rischio di incidente, l’allarme visivo di SpotMe avvisa l’operatore a bordo del carrello di prestare maggiore attenzione per l’avvicinarsi di altri operatori.

"Ci sono dei pacchetti davvero economici, basta un piccolo investimento per tutelare le persone che lavorano con noi e per noi" conclude Luana Piazzalunga.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.