BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega Nord al prefetto “Rifugiati o clandestini? Servono tempi più veloci”

Una commissione anche a Bergamo per stabilire se gli immigrati ospitati in provincia siano profughi oppure clandestini. La richiesta ufficiale è stata presentata al prefetto dal segretario della Lega Nord Daniele Belotti.

Più informazioni su

Una commissione anche a Bergamo per stabilire se gli immigrati ospitati in provincia siano profughi oppure clandestini. La richiesta ufficiale è stata presentata al prefetto dal segretario della Lega Nord Daniele Belotti. “Oggi l’esame della richiesta di asilo di un migrante ha un’attesa di oltre 12 mesi – si legge nel documento inviato alla prefettura -, in caso di rigetto della domanda il richiedente può fare ricorso gratuitamente e i tempi si allungano di un altro anno circa. Con questa tempistica un profugo, o pseudo tale, resta a carico dello Stato per due anni con una spesa di oltre 25.000 euro. Secondo i dati del Ministero dell’Interno solo l’11% delle domande ottiene lo status di rifugiato e il costo per i 4 membri della commissione (90 euro a seduta) è sicuramente inferiore alle spese di ospitalità per i migranti. E’ importante, anche per la dignità degli stessi migranti, definire nel più breve tempo possibile chi ha diritto all’asilo e chi invece è semplicemente un clandestino e come tale va espulso. Chiediamo – continua la lettera di Belotti – che il Prefetto di Bergamo, invece di spendere continuamente ingenti somme per l’accoglienza di pseudo profughi e di imporre alle comunità del nostro territorio ospiti non graditi, solleciti il Ministero degli Interni all’istituzione anche a Bergamo di una Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale in modo da ridurre sensibilmente i tempi di esame delle domande garantendo l’ospitalità per chi ha i requisiti di rifugiato e l’espulsione per coloro che ne sono privi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mich

    Tutti i simpaticoni che si lamentano di questa situazione vadano a leggersi a fondo il trattato di Dublino e controllino chi ha firmato quell’accordo. Accordo per il quale quando arrivano stanno tutti in Italia in cambio di soldi dall’Europa.
    Poi dopo aver letto chi ha firmato si può chieder conto ai governanti dell’epoca e all’allora ministro dell’interno .

  2. Scritto da a

    Belotti o dici che sono pseudo-profughi o dici che bisogna prima identificarli. Scusa la logica…

  3. Scritto da Alberto

    Sì, ma poi devono essere espulsi fisicamente, non con la consegna di un foglietto di via che usano come carta igienica…