BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fu picchiato da 3 ladri, ora si candida con la Lega: “Ma non voglio le ronde” fotogallery

Adriano Balestra lo scorso 9 dicembre fu vittima insieme al padre Giovanni, 72 anni, di una sanguinosa rapina: "Lui è rimasto paralizzato. Ho in mente un innovativo piano sicurezza. A chi subisce un furto consiglio di non reagire"

 "Da quell’aggressione ho imparato che la cosa migliore è non reagire se i ladri ti fanno visita. Meglio perdere qualcosa di materiale, piuttosto che la salute o la vita". Adriano Balestra è uno dei candidati nella lista della Lega Nord alle elezioni comunali di Cividate al Piano del prossimo 31 maggio.

Il 46enne perito meccanico lo scorso 9 dicembre fu vittima insieme al padre Giovanni, 72 anni, di una sanguinosa rapina da parte di tre ladri che si erano introdotti nella loro azienda, la BM costruzioni di via San Giorgio. 

Un violento agguato per il quale, a distanza di 5 mesi, non sono ancora stati individuati i colpevoli. Tre membri di una banda specializzata nei furti di materiale ferroso, che quella sera si introdussero nel cortile dell’azienda dei Balestra per rubare alcune lastre sistemate in un capanno.

Erano le 20.30 e Adriano e suo padre, instacabili lavoratori, stavano ultimando un carico da consegnare nei giorni successivi. Dopo aver terminato il lavoro, i due escono per sistemare il furgoncino aziendale, ma si accorgono che non c’è.

Si dirigono nella zona retrostante del capannone e scovano i tre ladri che si erano impossessati del mezzo e lo stavano caricando di ferro. Alla vista dei proprietari, i banditi salgono a bordo e tentano di investire Adriano, che riesce a mettersi in salvo arrampicandosi su uno scaffale.
Allora uno di loro scende e si avventa con violenza su di lui, mentre gli altri due colpiscono più volte suo padre con una barra da quaranta chili. I malviventi fuggono, lasciando i Balestra tramortiti e in una pozza di sangue. 

"Una scena indescrivibile, sembrava di essere in un film dell’orrore. Un’esperienza che non auguro a nessuno – racconta Adriano Balestra – . Io ho ancora un braccio dolorante. Mentre mio papà, purtroppo, ha avuto la peggio. Si trova sempre ricoverato in ospedale. E’ cosciente, ma la parte sinistra del suo corpo è rimasta paralizzata. Prima eravamo una famiglia serena, ora siamo costretti a vivere con un parente ricoverato da cinque mesi e con la sensazione di non essere più sicuri all’interno delle nostre proprietà. Non rifarei quello che abbiamo fatto quella sera. Anzi, a chi viene visitato dai ladri, consiglio di scappare e di lasciarli rubare ciò che vogliono. Meglio perdere un oggetto che la salute". 

Da quell’episodio in Balestra, già delegato al commercio, è cresciuto ancora di più il senso civico e la voglia di aiutare il proprio paese. Da qui l’idea di candidarsi alle elezioni comunali con la coalizione leghista: "Appena tornato dall’ospedale ho iniziato a pensare a un piano sicurezza per i commercianti di Cividate e della Bassa. Un progetto innovativo, che coinvolge direttamente i cittadini con appostamenti e segnalazioni. Ma non voglio le ronde. Sono assolutamente contrario perchè le ritengo molto pericolose". 

Una scelta, quella di lanciarsi in politica, nata sulla base di un’esperienza nel rapporto con i commercianti che ha portato diverse innovazioni a Cividate: "Da delegato ho realizzato molti progetti. Il principale è il distretto del commercio CPM in collaborazione con i comuni di Palosco e Mornico, anche con un sito internet. Ci sono poi i bandi a fondo perduto della Regione, una campagna sconti per il rilancio dei commercianti, e l’organizzazione di serate in collaborazione con la Camera di commercio con la spiegazione di tecniche aggressive di vendita. Infine le notti bianche, gli eventi natalizi e quelli per il nostro patrono San Nicolò. Insomma, l’esperienza non mi manca. Spero che la nostra lista possa trionfare per realizzare anche il mio piano sicurezza. In caso contrario, mi metterò a disposizione di chi vincerà". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.