BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Passo indietro della Lega “Registro unioni civili, non parteciperemo al voto”

Dopo l'astensione in commissione e le forti parole del capogruppo Alberto Ribolla (leggi qui), il direttivo della Lega Nord ha deciso di fare un passo indietro sul registro delle unioni civili. Il documento sarà votato in aula lunedì sera. Il Carroccio, dopo alcuni approfondimenti legali, ha deciso che non parteciperà al voto.

Più informazioni su

Dopo l’astensione in commissione e le forti parole del capogruppo Alberto Ribolla (leggi qui), il direttivo della Lega Nord ha deciso di fare un passo indietro sul registro delle unioni civili. Il documento sarà votato in aula lunedì sera. Il Carroccio, dopo alcuni approfondimenti legali, ha deciso che non parteciperà al voto. “La Lega Nord di Bergamo, dopo un’attenta valutazione della proposta in discussione lunedì prossimo, ha deciso di non partecipare alla votazione sul Regolamento delle Unioni Civili, ma presenterà un proprio ordine del Giorno collegato alla delibera – si legge in un comunicato firmato dai consiglieri Alberto Ribolla, Luisa Pecce e dal segretario cittadino Massimo Bandera -. Dopo approfondimenti di tipo legale, già annunciati in commissione come motivo dell’astensione, abbiamo appurato che un regolamento che anticipa la normativa nazionale è inutile, senza alcun valore legale e può generare invece false aspettative di nuovi diritti e tutele. Appare quindi più come uno slogan di immagine privo di sostanza (in linea con le altre iniziative avviate da questa Giunta). In un momento come quello attuale le priorità sono altre, come il lavoro, il sostegno alle famiglie in difficoltà e la sicurezza, tutte urgenze a cui questa amministrazione non sta dando risposte. Nessuno vuole negare l’opportunità di una regolamentazione giuridica più attuale, ma tale competenza spetta al Parlamento e solo dopo i Comuni dovranno adeguarsi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da F. Rampinelli

    Questo soprassalto di dignità da parte della Lega Nord cittadina la sottrae in extremis a quell’incredibile appiattimento conformistico sul nulla, anzi, sul rovesciamento della realtà che caratterizza il dibattito politico. Non farsene complici è già qualcosa.

    1. Scritto da pablo

      appiattimento conformistico sul nulla? rovesciamento della realta? ma cosa stai dicendo? guarda che qui si parla di ampliare diritti per qualcuno, senza peraltro toccare minimamente quelli di altri. dunque, tu puoi continuare a vivere come ritieni opportuno, puoi anche continuare a credere che il TUO modo sia l’unico giusto e che sia universalmente applicabile! (i fatti dicono il contrario ma, a differenza di quello che fai tu, nessuno cerca di limitare le tue scelte e le tue opinioni)

  2. Scritto da Marco Arlati

    Rimango basito su questa posizione, soprattutto per le dichiarazioni a favore del registro di Ribolla in passato, e dalla Signara Pecce che, da presidentessa dell’associazione delle donne, si era battuta per i diritti civili. Lunedì si voterà a favore o meno dei diritti civili, spero che i consiglieri, in quanto persone libere, non seguano una logica si spot elettorale di partito ma si schierino per i Diritti Civili.

  3. Scritto da Franco

    Ogni tanto qualcuno all’opposizione si dimentica che la loro unica missione è dire che qualsasi cosa fatta dalla maggioranza è inutile e dannosa, anche se in realtà l’avrebbero fatta anche loro uguale. Questo modo di fare politica è totalmente inutile, non dà nessun servizio alla cittadinanza che paga i loro stipendi, tantomeno a chi li ha votati.

  4. Scritto da braö

    Finalmente il Direttivo di Bergamo-Città interviene in prima persona decidendo sulle questioni “politiche” che riguardano i cittadini di Bergamo e che immancabilmente riverberano sul pensiero di tutti gli abitanti della provincia. Bravo al Segretario Politico della Lega Nord per l’indipendenza della Padania della città di Bergamo.

  5. Scritto da giggi

    una priorità di maroni è quella di fare un sondaggio per lo stemma della lombardia: la croce rossa o il simbolo del caseificio prealpino?