BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

False maglie della Juve prodotte a Bergamo: scattano 12 denunce

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino hanno individuato diverse imprese dedite alla produzione di capi d'abbigliamento e gadget recanti marchi delle principali squadre calcistiche italiane ed europee, in particolare della Juventus, nonché di altro materiale falsamente "griffato".

Un traffico di falsi gadget e false magliette in previsione della vittoria dello scudetto da parte della Juventus. I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino, dopo un’articolata attività investigativa condotta nel settore del merchandising sportivo ed intensificatasi con la fine del campionato di calcio, hanno individuato diverse imprese dedite alla produzione di capi d’abbigliamento e gadget recanti marchi delle principali squadre calcistiche italiane ed europee, in particolare della Juventus, nonche’ di altro materiale falsamente “griffato”.
Le attivita’ operative dei Baschi Verdi del Gruppo Torino, informa la Gdf – risalendo la filiera produttiva e distributiva della contraffazione, hanno interessato le province di Bergamo, Lodi, Livorno, Como, Lecco, Rimini e Roma e si sono concluse con il sequestro di cinque fabbriche, delle quali una, a Lodi Vecchio, completamente abusiva. Nel corso di questo intervento e’ stato anche identificato un cittadino venezuelano irregolare che e’ stato denunciato e successivamente accompagnato presso il C.I.E. di Torino. Gli interventi, coordinati dal PM Aghemo della Procura della Repubblica di Torino, hanno visto la partecipazione di oltre 150 finanzieri del Gruppo Torino e di altri reparti territorialmente competenti.
Le perquisizioni hanno consentito di sottoporre a sequestro oltre 800.000 file e cliche’ relativi a marchi registrati, 650.000 articoli contraffatti, nonche’ ben 70 macchinari industriali impiegati per la loro produzione. Al termine del servizio i 12 responsabili delle attivita’ illecite sono stati denunciati per i reati di produzione ed immissione in commercio di articoli contraffatti. Tra i cliche’ e i file sottoposti a sequestro, anche quelli recanti marchi, nomi ed immagini di importanti artisti italiani e stranieri, tra i quali Fedez, Emis Killa, Vasco Rossi, Tiziano Ferro, ACDC, One Direction, i cui tour faranno a breve tappa nei maggiori stadi nazionali.
La produzione della merce contraffatta avveniva sulla base della programmazione dei principali eventi sportivi o musicali, per soddisfare appieno le richieste del “mercato”.
L’attuale produzione abusiva era destinata in particolare alla distribuzione di maglie da gioco della Juventus riportanti il numero e il nome dei calciatori piu’ amati dal tifo bianconero, ordinate in vista degli imminenti festeggiamenti per la vittoria dello scudetto.
Le attivita’ appena concluse, contrastando il fenomeno dell’abusivismo e della contraffazione, che danneggia il mercato sottraendo opportunita’ di lavoro alle aziende oneste, – spiega la Gdf in una nota – contribuiscono a tutelare tutti quegli imprenditori che rispettano le regole nello specifico settore. Le indagini proseguono per ricostruire il profitto dell’illecita attivita’ imprenditoriale. (AGI)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.