BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spazi estivi, assegnati gli spalti di Città Alta A vuoto quelli in città bassa

Assegnati Sant'Agostino, San Giacomo e San Michele a Comunità delle Botteghe di Città Alta, Cocolele Srl e Food & Beverage di Crafa Emiliano & C. Respinta la candidatura del Caffè Falconi per piazza Dante, a vuoto piazzale Alpini e il parcheggio di parco Goisis.

Più informazioni su

La commissione per la valutazione e la selezione delle proposte per gli spazi estivi in città ha assegnato tre dei sei dehors previsti per il periodo 1 giugno-6/13 settembre: Comunità delle Botteghe di Città Alta si è aggiudicata la gestione dello Spalto Sant’Agostino, Cocolele Srl lo Spalto San Giacomo e Food & Beverage di Crafa Emiliano & C. lo Spalto San Michele.

A vuoto sono andati invece i bandi per la zona adiacente Parco Goisis e piazzale degli Alpini, per i quali non è pervenuta alcuna proposta, mentre per quanto riguarda piazza Dante l’unica candidatura era stata avanzata dal Caffè Falconi, respinta però dalla commissione perchè non conteneva quanto richiesto dal bando e quindi non ammessa.

Per lo stesso motivo è stata esclusa anche la proposta de Il pianone Srl, che si era candidato alla gestione dello Spalto di San Giacomo.

Tre i criteri di selezione delle proposte, per un punteggio massimo di 100 punti: qualità del progetto e rispondenza alle finalità e agli obiettivi posti dall’Amministrazione; qualità dell’offerta enogastronomica e qualità delle strutture da collocarsi nello spazio prescelto.

La miglior proposta è risultata essere quella della Food & Beverage di Crafa Emiliano & C.: 74 punti, 42 per la qualità del progetto, 11 per l’offerta enogastronomica e 21 per le strutture. Seguono la proposta della Comunità delle botteghe di Bergamo Alta, con 68 punti (rispettivamente 38, 10 e 20), e quella di Cocolele, con 63 (40, 8 e 15).

Lo start ufficiale della stagione degli spazi estivi è previsto per l’1 giugno: in Città Alta si andrà avanti fino al 6 settembre mentre nei tre dehors per ora non assegnati la chiusura è prevista per una settimana più tardi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da darioflautista

    per forza, le condizioni poste dal Comune sono assurde e complicatissime, remember che lo scorso anno le prescrizioni comunali unite al maltempo hanno mandato a gambe in aria varie aziende