BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Saita (Lega): “La Regione ha a cuore l’ospedale di San Giovanni Bianco”

La consigliera regionale della Lega Nord Silvana Saita critica l'uscita di Mario Barboni, consigliere del Pd, in merito al futuro dell'ospedale di San Giovanni Bianco

La consigliera regionale della Lega Nord Silvana Saita critica l’uscita di Mario Barboni, consigliere del Pd, in merito al futuro dell’ospedale di San Giovanni Bianco (leggi qui).

"È falso e scorretto sostenere che la Regione non abbia a cuore l’Ospedale di San Giovanni Bianco. E voglio spiegare il perché. I colleghi di minoranza hanno presentato una mozione che non hanno voluto condividere con noi. Chiedevamo semplicemente di aggiungere qualche miglioramento al fine di inserire tutte le richieste riguardanti il futuro del Presidio ospedaliero nel più ampio quadro della riforma sanitaria in atto. Non solo, ma la richiesta di dimissioni del direttore generale non ha fatto altro che portare la mozione delle opposizioni su un binario morto, anche in considerazione che alla fine dell’anno scadrà il mandato dei vertici dell’azienda ospedaliera.   In realtà la Regione molto ha operato e sta operando per il rafforzamento ed il rilancio dell’ospedale di San Giovanni Bianco. Mi preme quindi evidenziare gli investimenti fatti da Regione Lombardia per il Presidio Ospedaliero:  un finanziamento di 1,8 milioni di euro per interventi di adeguamento alla normativa antincendio, nel  2013 e 2014  sono stati erogati 2.800.000 € per la messa a norma e sicurezza delle strutture e per l’acquisizione di apparecchiature sanitarie, l’assunzione di 3 medici anestesisti e 4 infermieri per l’apertura della terapia sub intensiva. La fortissima diminuzione delle natalità ha costretto purtroppo, per motivi di sicurezza e in base alla normativa statale che richiede almeno 500 parti/anno, alla chiusura del punto-nascite, nonostante il nostro continuo e forte impegno per il mantenimento. D’altra parte tutte le attività ambulatoriali inerenti alla ostetricia e alla ginecologia sono state largamente potenziate fin dai primi giorni del 2015. Per il futuro sarà utile poter aver la disponibilità di uno spazio illuminato, che il Comune di San Giovanni Bianco non ha concesso, per la realizzazione di un eliporto in modo da poter fruire di un elisoccorso attivo 24 ore su 24, per garantire maggior sicurezza di tutti i pazienti. Resta l’impegno della Regione, nella riforma sanitaria che andrà in aula a metà luglio,  a sostenere questo Presidio. Lo reputiamo importante per le difficoltà logistiche della valle, per la gente che vi abita e per tutti i turisti che affluiscono per godere delle bellezze e dell’attrattività del luogo”.   

Silvana Saita

Consigliere Regionale Gruppo Lega Nord

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giggi

    stridore di unghie sui vetri..

    1. Scritto da ottimista

      La poltrona a San Giovanni non interessa più, non porta voti dopo quanto fatto dalla Lega in Comune. Può attaccarsi ai vetri quanto vuole ma in valle non arriverà più nulla.