BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega-Forza Italia, Merelli: “A Gazzaniga niente Tasi Noi lista trasparente” fotogallery

In vista delle amministrative del 31 maggio prossimo, il candidato di Lega Nord-Forza Italia Mattia Merelli presenta la propria lista e il programma elettorale: “Priorità alla riduzione delle tasse, l'obiettivo è quello di azzerare la Tasi anche per il 2015”.

Dopo 15 anni di vita amministrativa, prima da consigliere comunale, poi da assessore all’Ecologia e al Territorio e infine da vicesindaco, Mattia Merelli scende in campo in prima persona per l’appuntamento elettorale del 31 maggio prossimo a Gazzaniga, candidato sindaco della lista Lega Nord-Forza Italia: 35 anni, geometra libero professionista, guida una squadra che eredita molto dall’amministrazione uscente, ben 8 consiglieri comunali.

Merelli, dopo il passo indietro dell’attuale primo cittadino Valoti, cosa l’ha convinta a mettersi in gioco da candidato sindaco?

Dopo tanto tempo in Comune o mi facevo da parte o prendevo un impegno in prima persona. Il gruppo mi ha chiesto di candidarmi e ho accettato con orgoglio e responsabilità l’incarico. La nostra è una lista di continuità rispetto agli anni passati, con tanta gente di esperienza e il giusto innesto di volti ed energie nuove.

Qual è la priorità assoluta del vostro programma?

In linea con quanto fatto negli ultimi anni la priorità va alla riduzione delle tasse: c’è stato un periodo in cui abbiamo investito un milione e mezzo di euro ma negli ultimi cinque anni abbiamo ridotto del 94% i mutui, passando da quasi tre milioni e mezzo a 185mila euro. Il nostro obiettivo è annullare il debito pubblico entro la fine dell’anno, consentendoci di confermare l’azzeramento della Tasi anche per il 2015.

A proposito di conti, se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità c’è qualcosa che vi piacerebbe realizzare a Gazzaniga?

Purtroppo sappiamo che c’è questa imposizione e non vogliamo fare promesse: nel nostro programma ci sono una ventina di opere da portare a termine, primo fra tutti il problema della frana in località Masserini. Poi scorrendo la lista si può trovare il semplice intervento ad un incrocio per migliorare la viabilità o il recupero dell’ex auditorium, l’ampliamento della provinciale Gazzaniga-Orezzo o l’efficientamento energetico dei nostri edifici. Siamo abituati a programmi ambiziosi e stimolanti.

Dal punto di vista della sicurezza quali sono gli interventi che avete intenzione di mettere in campo?

Gazzaniga ha da poco sottoscritto una convenzione con la Comunità Montana Valseriana per la videosorveglianza tramite il sistema Thor: il Comune in più può fungere da raccordo e coordinamento per le forze dell’ordine, per interventi di controllo e prevenzione nei luoghi più a rischio. Dai vandali ai ladri, dagli incidenti al traffico: quasi giornalmente siamo in contatto con i carabinieri per scambiare informazioni o immagini registrate dalle telecamere di sicurezza nei punti sensibili.

Per combattere la crisi e favorire il lavoro, invece, cosa potrebbe fare la vostra amministrazione comunale?

Nel nostro piccolo possiamo essere efficienti ed efficaci quando i cittadini si rivolgono ai nostri sportelli per avviare un’attività: abbiamo favorito i negozi di vicinato, difendendoli dalla grande distribuzione, vogliamo rendere più facile il rilascio delle pratiche e garantire dei bonus per le ristrutturazioni edilizie.

In lista ci sono tanti giovani: che ruolo avranno all’interno dell’amministrazione e cosa può fare l’amministrazione per i giovani di Gazzaniga?

Quasi tutti i nostri giovani hanno già avuto esperienze politiche: è un gruppo unito che porta idee e continuerà a farlo a prescindere da chi verrà eletto. Per i nostri giovani concittadini le possibilità saranno tante, in campo sociale e sportivo. Noi come Comune dovremo interagire con tutte le associazioni del territorio, coordinandole e favorendo la cooperazione. Nel campo delle politiche giovanili continueremo a portare avanti il laboratorio compiti, il consiglio comunale dei ragazzi, il tavolo educativo.

C’è qualcosa che, secondo lei, la vostra lista ha in più dei concorrenti?

A mio avviso abbiamo già dimostrato di saper amministrare questo paese, stando quotidianamente sempre più vicini ai nostri cittadini per collaborare e scambiarci idee senza alcun pregiudizio: quando abbiamo commesso errori l’abbiamo ammesso, credo che questa lista abbia il coraggio e la determinazione necessari per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Il nostro programma è fatto di azioni concrete e ci candidiamo con un ideale e con simboli di partiti chiari, trasparenti, senza nasconderci dietro una lista civica.

I candidati consiglieri:

Urbano Brignoli, 44 anni, manutentore verde sportivo

Pamela Carrara, 39 anni, artigiana

Davide Cattaneo, 49 anni, geometra libero professionista

Mara Cortinovis, 22 anni, studentessa universitaria

Luisa Dal Bosco, 64 anni, ritirata dal lavoro

Emanuela Ghilardini, 47 anni, insegnante

Emilio Gusmini, 51 anni, funzionario Confartigianato Bergamo

Marcello Gusmini, 49 anni, artigiano

Marco Masserini, 51 anni, ragioniere tecnico informatico

Angelo Merici, 41 anni, imprenditore

Alberto Ongaro, 29 anni, funzionario Regione Lombardia

Enrico Tiraboschi, 26 anni, commesso

Clicca qui per vedere tutte le foto dei candidati. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Boh

    Meno tasse per Tutti ( o per Totti ?) , Questa l’ho già sentita.

  2. Scritto da Alberto

    Comunque vada, bello vedere tanti giovani nelle due liste pronti ad impegnarsi per il bene comune. In bocca al lupo a tutti.

  3. Scritto da Pais

    Mi spiace che, malgrado in paese abbiate commentato il quesito, qui non avete avuto tempo per rispondere. Dai, su, senza timori: rispondete!

    1. Scritto da Gianni

      Mi scusi ma non ho capito a quale quesito fa riferimento.

  4. Scritto da Pais

    Ci potete aiutare a comprendere se c’è una relazione tra l’essere militante dei giovani padani ed essere giovane funzionario della regione Lombardia, retta dal presidente legista Maroni? La domanda può apparire provocatoria, ma il candidarsi a pubbliche elezioni, rende necessario rendere pubbliche spiegazioni, anche certe situazioni personali. Grazie.

    1. Scritto da Alberto Ongaro

      Gentile signor “Pais”, la relazione è l’aver conseguito una laurea a pieni voti all’Università Statale di Milano dopo una tesi sperimentale durata quasi un anno, l’aver esperienza in campo amministrativo e un’esperienza decennale nel settore agricolo e agroalimentare, quello di cui mi occupo appunto.
      Cordialmente

      1. Scritto da Oreste

        Faccia capire anche noi non di Gazzaniga, lei ha un ruolo nella lega (quale ?) ed è stato assunto come funzionario in Regione Lombardia ? Dai due interventi mi sembra di capire così , niente da osservare ,solo per chiarezza.

    2. Scritto da abc

      Ma lei vuole comprendere o vuole sottointendere? vuole chiedere o vuole insinuare? Io penso che non ci sia nessuna relazione. L’unica cosa che noto è che nell’articolo su Pegurri nessuna ha commentato, qui si. Lei per caso fa parte della lista civica?

  5. Scritto da Alberto

    Magari qualche iniziativa in più da parte del comune per la promozione di nuove manifestazioni e coordinamento fra associazioni non guasterebbe…