BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, a Palermo il match-point salvezza: la vittoria può bastare

I tre punti domenica al Barbera potrebbero essere quelli decisivi per la permanenza dei nerazzurri nella massima serie. Potrebbero bastare se il Cagliari dovesse perdere allo Juventus Stadium.

Più informazioni su

Una vittoria dell’Atalanta a Palermo e una sconfitta del Cagliari a Torino. Una combinazione semplice e assolutamente possibile che garantirebbe ai nerazzurri la conquista della matematica certezza della permanenza in serie A. In caso di ko dei sardi allo Juventus Stadium sabato sera, infatti, gli uomini di Reja domenica al Barbera scenderanno in campo col match-ball salvezza servito su un piatto d’argento: basterà una vittoria per fare festa dal momento che i gialloblù saranno spediti a nove lunghezze di distanza con tre sole giornate di campionato da disputare. A fare la differenza, in quel caso, sarebbe il vantaggio che i bergamaschi hanno negli scontri diretti nei confronti del Cagliari, vantaggio accumulato grazie alla doppia vittoria ottenuta dei nerazzurri al Sant’Elia nel settembre scorso e al Comunale a febbraio contro Conti e compagni.

Dopo una stagione letteralmente travagliata e ricca di episodi sfortunati (dall’esonero di Colantuono ai gravi infortuni che hanno fermato Estigarribia e Raimondi, senza dimenticare la Nord chiusa ai tifosi più caldi per più di tre mesi) l’Atalanta potrebbe mettere la parola fine ad ansie e paura. Servirà però una grande prova a Palermo, magari simile a quella offerta una settimana fa ai tifosi bergamaschi contro una delle big di questa serie A, la Lazio, fermata sull’1-1 e messa in grandissima difficoltà per lunghi tratti del match. 

Per la gara del Barbera Reja dovrà fare a meno dello squalificato Sportiello (salterà la prima gara del suo campionato), che sarà sostituito da Avramov, e del "solito" Denis, che sconterà la terza di cinque giornate di "riposo forzato". Tra i dubbi per l’undci iniziale ci sono i ballottaggi D’Alessandro-Zappacosta, BIava-Stendardo e Del Grosso-Dramè. Possibile, comunque, che il tecnico goriziano cerchi di cambiare il meno possibile le carte rispetto alla formazione schierata contro i capitolini al Comunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bombo71

    La Juve dell’ex Allegri ha cercato di accontentare il Cagliari (che ha divorato il 2-1 nel recupero), …..con questo pareggio adesso ci mancano 4 punti in 4 partite, forse ce la facciamo. Se non saremo in grado di fare questi punti contro avversari con motivazioni inferiori alle nostre meritiamo la B.

  2. Scritto da Bombo71

    Se la Juve fa il suo dovere, a noi mancano poi 3 punti (3 pareggini) per arrivare alla meta …. Se invece lascia vincere il Cagliari, so xxxxx acidi ….

  3. Scritto da Matteo

    Ragazzi il Cagliari vince”facil”a Torino?! E noi non vinciamo a Palermo purtroppo, quindi fino all’ultimo non abbiamo la matematica

  4. Scritto da giorgio

    Che si vinca a Palermo lo do al 10%, così come penso che il Cagliari non torni da Torino a mani vuote…. In questo campionato ne abbiamo avute decine di occasioni, in gran parte sprecate, con entrambi gli allenatori.
    Abbiamo 4 partite solo teoricamente tranquille, io non prevedo più di 4 – 5 punti, quindi ci sarà da soffrire ancora….

  5. Scritto da sfrisù

    Temo che il Cagliari arrivi a Torino con il coltello tra i denti e non trovi la vera Juve!

  6. Scritto da Tino

    ormai il turbo è entrato in calore vinceremo