BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Palafrizzoni, maretta Pd sul pagamento dei musei Bilancio intoccabile?

Musei gratis oppure a pagamento come previsto dal bilancio 2015? “Meglio la prima ipotesi”. Qualche consigliere comunale del Partito democratico ha avanzato la proposta, subito rifiutata all'assessore al Bilancio Sergio Gandi. Nel giro di poche ore si è scatenato un piccolo caso all'interno della maggioranza.

Più informazioni su

Musei gratis oppure a pagamento come previsto dal bilancio 2015? “Meglio la prima ipotesi”. Qualche consigliere comunale del Partito democratico ha avanzato la proposta, subito rifiutata all’assessore al Bilancio Sergio Gandi. Nel giro di poche ore si è scatenato un piccolo caso all’interno della maggioranza, o meglio, dello stesso Pd, sull’opportunità di “contraddire” un provvedimento deciso dalla Giunta con una netta presa di posizione politica.

Le puntate precedenti. Il sacrificio è stato annunciato settimana scorsa durante la conferenza stampa in cui sono stati presentati tutti i numeri del bilancio di Palafrizzoni (leggi qui): 3 euro di ingresso e gratis fino ai 18 anni per entrare nel museo di scienze naturali e in quello archeologico.

Il provvedimento è stato approvato nel 2012 dal centrodestra, ma mai messo in pratica per questioni legate a vantaggi fiscali che sarebbero sfumati. Quest’anno gli uffici, alla disperata ricerca di risorse per evitare l’aumento delle tasse, hanno deciso di attivare il pagamento e racimolare così 90 mila euro. Dopo alcuni confronti, anche l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti ha dato il via libera nonostante lo scetticismo iniziale.

Negli ultimi giorni però sono arrivati i dubbi di qualche consigliere comunale del Pd, che ha provato a tastare il polso all’assessore Gandi sull’introduzione di eventuali modifiche. Tra le ipotesi si è parlato anche di presentare un emendamento al bilancio, ma la manovra correttiva è stata subito stoppata. Nonostante i dubbi non dovrebbe essere presentato nessun documento, a conferma che mai come quest’anno l’equilibrio tra entrate ed uscite è legato a un filo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Solo un euro, fisso per tutti, come per gli autobus.

  2. Scritto da nino cortesi

    In linea generale sarei per il pagamento dell’ingresso dei musei e dell’arresto dei corrotti.
    Anzi invertirei le due azioni.
    Che ne dite voi?

  3. Scritto da Guglielmo

    Ricordo che l’Accademia Carrara, per volontà testamentaria del nobile fondatore, conte Giacomo Carrara, tutte le domeniche deve essere aperta e per poter essere visitabile, gratuitamente, da ogni bergamasco che lo volesse. Grandezza dei mecenati d’allora!

  4. Scritto da ct

    ma che bello un sindaco di sinistra che mette i musei a pagamento!

  5. Scritto da Coerenza

    A me piace il PD perchè prima, Gandi in testa, criticava il centrodestra che aveva approvato l’entrata a pagamento nei musei, ora, invece, attua quella stessa decisione che criticava.

    1. Scritto da Alberto

      E’ una loro costante, praticamente su ogni argomento: un’ipocrisia veramente incommentabile.