BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Provincia, definiti i tagli 37,5 milioni nel 2015 “Più di quanto previsto”

Con gli ultimi tre decreti pubblicati dal ministero dell'Interno si completa il quadro dei tagli decisi dallo Stato nei confronti della Provincia di Bergamo. Come sempre in questi casi, non ci sono buone notizie. Via Tasso dovrà rinunciare a 37,5 milioni di euro complessivi, nel 2015, rispetto ai 36 preventivati dagli uffici nella peggiore delle ipotesi.

Più informazioni su

Con gli ultimi tre decreti pubblicati dal ministero dell’Interno si completa il quadro dei tagli decisi dallo Stato nei confronti della Provincia di Bergamo. Come sempre in questi casi, non ci sono buone notizie. Via Tasso dovrà rinunciare a 37,5 milioni di euro complessivi, nel 2015, rispetto ai 36 preventivati dagli uffici nella peggiore delle ipotesi.

Le sforbiciate ufficializzate martedì mattina dalla direzione finanze riguardano i “consumi intermedi”, le spese per consulenze e collaborazioni, la cancellazione delle autovetture di servizio. L’ultima tranche di tagli per la Provincia di Bergamo ammonta a 7,3 milioni di euro, ma con i decreti già noti si raggiunge il totale di 37,5 milioni. “Cosa devo dire? Continuiamo a combattere – commenta il consigliere delegato al Bilancio Francesco Cornolti -. Non è certo una buona notizia soprattutto perché abbiamo già iniziato a lavorare per definire il bilancio e ci troviamo con nuove risorse in meno da parte dello Stato”.

Il presidente Matteo Rossi invece rivolge ancora un appello ai parlamentari: “Nel bene o nel male la legge elettorale l’avete approvata. Adesso potete discutere e decidere dell’emergenza strade e darci i fondi necessari per un Paese civile? Grazie”.

In tutta Italia gli ultimi tre provvedimenti valgono 516,7 milioni chiesti per il 2015 dal decreto dell’anno scorso sul «bonus Irpef» da 80 euro. A questi tagli si affiancano a quelli da 900 milioni (più 100 milioni nei territori a Statuto autonomo) previsti dall’ultima legge di stabilità negli enti di area vasta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Berghèm

    Tagli?? semplice tagliate per esempio 1,2 ML di euro quale stipendio di inutili dirigenti e il risparmio è subito fatto. Ma il direttore ex segretario quanto percepisce? altro taglio. E caro Rossi è inutile abbaiare alla luna sei dello stesso partito di Renzi e compagni perché non chiedi a loro di tagliare pure a Roma non sarebbe male!

  2. Scritto da Duccio

    I tagli alle province vanno bene a tutti ?
    Allora compratevi la mountain bike, perchè a chi non abita in città tra poco tornerà utile.

    1. Scritto da Mario

      La provincia ha in gestione lo stato delle strade non certo da adesso che sembrano scarseggiare i soldi. Quando i soldi c’erano, dove finivano, visto che le strade è da un bel po’ di anni che sono disastrate?

  3. Scritto da Alberto

    Eh, non c’è che dire, il futuro è decisamente roseo, alla faccia dei gufi: grazie ancora pentolaio!

  4. Scritto da Renzo

    Avete visto in che palazzo modesto ha sede la Provincia? Avete presente quanti soldi in strutture superflue? E di cosa vi lamentate? Vacche magre per tutti, è il minimo (tanto ci siamo sempre noi da spennare)