BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Serate di musica jazz: gran finale di stagione al Cielo di Dalmine

A conclusione di una stagione musicale sulle note del jazz, al ristorante american bar “Cielo” di Dalmine sono in programma ancora due appuntamenti live all’insegna della musica jazz.

A conclusione di una stagione musicale sulle note del jazz, al ristorante american bar “Cielo” di Dalmine sono in programma ancora due appuntamenti live all’insegna della musica jazz.

Nel mese di maggio in calendario ci sono in programma due esibizioni:

– Giovedì 7 maggio il trio “Indu”, con Claudio Vignali (piano rhodes), Achille Succi (sax alto e clarinetto basso) e Andrea Grillini (batteria e percussioni) presenta “Juggernaut”, il disco, uscito per l’etichetta inglese Slam Records. Un lavoro composto da Claudio Vignali e Andrea Grillini, con la partecipazione di Achille Succi. “Juggernaut” è uno dei nomi della divinità indiana Krishna. Nel tempio a esso dedicato a Puri, si compiva annualmente una processione in cui un carro, che trasportava la statua della divinità, travolgeva i fedeli che si gettavano sotto le sue ruote per venerarla. Il termine Juggernaut indica perciò anche “forza inarrestabile”. La stessa forza inarrestabile che caratterizza il disco di Indu, duo bolognese composto dal pianista Claudio Vignali, e dal percussionista e batterista Andrea Grillini, con la partecipazione straordinaria di Achille Succi al sax alto e al clarinetto basso. George Haslam, fondatore della Slam Records definisce così la musica del gruppo: “Generi, correnti e studi diversi si mescolano creando una sintesi innovativa, quasi surreale: musica classica, musica d’avanguardia, jazz, si intrecciano nelle loro composizioni originali, legando in modo assolutamente nuovo armonia e sperimentazione, atmosfere antiche, moderne e contemporanee”. La continua evoluzione e la ricerca di effetti sonori sempre diversi rendono il sound del gruppo quasi onirico e senza tempo, un incontro tra passato e futuro. Il talento dei musicisti, unito ad una grande sintonia e alla ricerca musicale rendono l’ascolto di questo concerto unico.

– Giovedì 28 maggio si conclude con un concerto col sapore dei migliori jazz club di New York: il protagonista sarà il sassofonista Larry Schneider, in tour in Italia con il gruppo Schneider-Faraò-Bonafede-Vaggi 4t. A esibirsi Larry Schneider (soprano & tenor saxophone), Luigi Bonafede (piano), Marco Vaggi (bass) e Ferdinando Faraò (drums). L’incontro tra Larry Schneider con Ferdinando Faraò, Luigi Bonafede e Marco Vaggi risale al 2010. Da allora il quartetto ha compiuto ben cinque tournée toccando varie città italiane ed europee realizzando un sodalizio artistico e umano assolutamente straordinario. Una formazione solidissima, di grande affiatamento e autentico valore espressivo. Un gruppo paritario che presenta brani originali caratterizzati da un forte impianto modale con metri inconsueti oltre a qualche standard. In uscita il primo album intitolato “Larry’s Songs” (Music Center) un lavoro interamente dedicato a composizioni di Larry Schneider che verrà presentato in tour nel mese di maggio.

L’ingresso ai concerti è libero, e non ci sarà alcun sovrapprezzo sulle consumazioni. I concerti avranno inizio alle 21,30.

Il ristorante american bar “Cielo” è a Dalmine in via Provinciale, 58. Per avere ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero 035566734, inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica info@cielodiningbar.com oppure consultare il sito internet www.cielodiningbar.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.