BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cigarini, gara perfetta D’Alessandro imprendibile, Migliaccio un guerriero

Il regista emiliano gioca una partita da grande campione imponendo la sua legge in mezzo al campo. Bene anche l'esterno ex Cesena e Migliaccio, sempre pronto quando c'è da fare legna sulla mediana.

Più informazioni su

Sportiello 7: non può nulla sulla mezza rovesciata di Parolo, ma in precedenza si conferma un grandissimo portiere con due miracoli veri e propri su Keita. Ammonito, salterà la trasferta di Palermo.

Bellini 5.5: partita da sufficienza piena, se non fosse per la marcatura tutt’altro che ottima che riserva a Parolo in occasione del gol del pareggio laziale. Peccato, perché dalle sue parti Felipe Anderson – il pericolo pubblico numero uno – non trova mai vita facile.

Biava 6.5: un gol sfiorato, un gol segnato e una difesa attenta e precisa. Grande prova per l’ex di turno che sostituisce alla grandissima Benalouane.

Masiello 6: parte con grandissimo affanno, soffrendo la pazzesca velocità di Keita. Poi, però, prende le misure sul numero 14 della Lazio e gioca la sua gara in modo più che dignitoso.

Del Grosso 6.5: se la cava alla grandissima su Candreva, non certo l’ultimo arrivato. Spesso pericoloso anche in zona offensiva col suo sinistro.

Cigarini 7.5: una partita da grandissimo campione con la quale ha voluto far vedere a tutti che il vecchio Cigarini c’è ancora. E’ l’assoluto padrone del centrocampo nel quale comanda, detta i tempi e dà il via a tutte le azioni più pericolose dell’Atalanta (34′ st Maxi Moralez s.v.).

Migliaccio 6.5: un guerriero vero e proprio, la spalla ideale per Cigarini e Carmona che con la sua presenza sono molto più liberi di avanzare e di inventare.

Carmona 6.5: si incolla a Cataldi e diventa la sua ombra per tutto il match, mettendolo in crisi ogni volta che entra in possesso di palla.

D’Alessandro 7: sulla destra è una continua spina nel fianco per la difesa laziale ogni volta che tocca palla. Ubriaca letteralmente Ciani e va vicino al gol in un paio di occasioni (24′ st Zappacosta 6.5: entra e sfiora il gol del 2-1 con un bellissimo colpo di testa che fa la barba al palo alla destra di Marchetti).

Gomez 6.5: sempre nel vivo dell’azione, col suo velenoso destro mette i brividi a Marchetti sfiorando il gol in due occasioni. Solo il portierone laziale e il palo gli impediscono la grande gioia, che si sarebbe meritato.

Pinilla 6.5: non calcia praticamente mai in porta ma là davanti fa un grandissimo lavoro per la squadra. Vince nettamente il duello tutto sudamericano con Mauricio che, soprattutto nel primo tempo, non vede mai la palla (24′ st Bianchi 6: anche lui si batte come un leone contro la potenza fisica di un Mauricio che quando c’è da scalciare non si tira mai indietro).

 

Reja 7: arriva la Lazio – il suo passato più recente – e lui si scatena. Perfetta la squadra messa in campo all’inizio, stratosferico l’apporto regalato dal mister durante il match, sentito in maniera particolare. Ottima anche l’intuizione di lanciare un D’Alessandro che è stato una grossa preoccupazione costante per la retroguardia di Pioli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gaetano

    Sono palermitano, L’atalanta meritava di vincere la partita, ha giocato bene, sicuramente si salvera’ anche se devo dire che a Palermo perederete, ma sara’ un bel mech, Forza Palermo

  2. Scritto da veronika

    Sportiello 7
    Bellini 8: Perfetto. A mio avviso chi gli da un’insufficienza o non era allo stadio o è meglio che commenti un torneo di badminton. Colpevole sul gol? Ma l’ha detto il dottore che si debba trovare un colpevole per ogni gol subito? Un bel ‘bravo’ a Parolo non può bastare?
    Biava 7,5
    Masiello 6,5
    Del Grosso 6.5
    Cigarini 7
    Maxi Moralez s.v.
    Migliaccio 7
    Carmona 7,5
    D’Alessandro 6,5
    Zappacosta 6
    Gomez 6,5
    Pinilla 6,5
    Bianchi 6

    Reja 7

    1. Scritto da memoria!!!!!

      hai ragione tu! probabilmente eri ad un torneo di badminton o in un altro stadio, ma fammi il piacere, Bellini (gran lottatore) ha bisogno di un poco di riposo come giustamente è stato dato a Dramè.

      1. Scritto da veronika

        Quando c’era da criticare Bellini l’ho fatto, ma ieri a mio avviso (la invito a notare, signor nessuno, che io esprimo sempre le mie opinioni, senza la pretesa di ritenermi il Verbo) ha giocato una partita memorabile. Resto anche dell’idea che non abbia alcuna colpa sul gol: Parolo era marcato correttamente ed è stato bravissimo ad inventarsi un gol in acrobazia. La saluto.

        1. Scritto da memoria!!!!!

          Vede,signora “so tutto io” se lei intende come marcare correttamente, dire all’attaccante “prego si accomodi” continui a seguire i tornei di badminton, certamente le daranno molte più soddisfazioni, dal punto di vista tecnico.