BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Apple Watch e tatuaggi: binomio impossibile, non funziona

Se l'Iphone 4 aveva l'antenna-gate, l'Iphone 6 il bend-gate, l'Apple Watch ha il tattoo-gate: se il tuo polso è tatuato questo si blocca.

Sembrerebbe che Apple abbia avuto una falla nella sua ultima creazione: se l’Iphone 4 aveva l’antenna-gate, l’Iphone 6 il bend-gate, l’Apple Watch ha il tattoo-gate: se il tuo polso è tatuato questo si blocca.

A segnalare questo problema sono stati gli utenti del web che hanno denunciato, con filmati, il difetto del nuovo apparecchio: lo smartwatch usa degli infrarossi e un Led verde per analizzare le vene del polso e, basandosi sul flusso sanguigno, stimare il battito cardiaco.

Ciò spiega il malfunzionamento dell’Apple Watch che, a causa dell’inchiostro del tatuaggio, perde il contatto con la pelle deducendo quindi di essere stato sfilato dal polso, chiedendo di conseguenza l’inserimento del codice numerico per verificare di essere ancora in mano al legittimo proprietario.

A quanto pare però il problema non riguarda solo le caratteristiche legate al fitness ma anche quelle legate alle notifiche standard. Un utente scrive: “l’orologio si blocca ogni volta che lo schermo si spegne e mi chiede la password. Inizialmente non sapevo il motivo perché, in quanto ero certo che l’orologio non perdesse il contatto con la pelle, poi ho capito: dove non ho tatuaggi resta sbloccato ma se lo rimetto nell’area dove sono presenti, questo si blocca automaticamente di nuovo”.

Insomma i tatuaggi neri e rosso scuro impediscono alla nuova tecnologia di capire se si trova ancora sul polso.

Sembra però che chi ha tatuaggi con colori meno intensi, l’Apple Watch funzioni ma ciò non basta, infatti molti si sono chiesti come sia possibile che un prodotto tanto costoso si perda per una cosa così banale come un tatuaggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.