BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Arte come resistenza” Convegno e mostra alla chiesa della Maddalena

La mostra “Arte come Resistenza”, allestita fino al 3 maggio all'ex Chiesa della Maddalena, è la riedizione, ampliata e rifinita, dell'evento espositivo che lo scorso novembre ha animato il piccolo Museo della Resistenza alla Malga Lunga di Sovere.

La mostra “Arte come Resistenza”, allestita fino al 3 maggio 2015 all‘ex Chiesa della Maddalena a Bergamo, è la riedizione, ampliata e rifinita, dell’evento espositivo che lo scorso novembre ha animato il piccolo Museo della Resistenza alla Malga Lunga di Sovere.

L’ampio edificio trecentesco, con le sue pareti magnificamente affrescate, è una cornice d’eccezione per una selezione di opere che reinterpretano, con vasta pluralità di linguaggi e in chiave contemporanea, i concetti di libertà, resistenza, solidarietà, giustizia. Il percorso si apre con due orizzontali sculture in pietra e ferro di Elio Bianco, efficace sintesi del contrasto di forze in azione e reazione, e con lo slancio verticale dell’opera “Resilienza” di Audelio Carrara, che allude allo sforzo di lamine di legno nel resistere a un carico di rottura.

Si prosegue con le esuberanti, ritmiche sperimentazioni a tecnica mista di Fabrizio Agustoni, Sem Galimberti e Antonio Mangone e con le installazioni ludico-concettuali di Italo Chiodi, che introducono, con suggestione e vitalità cromatica, all’attualità di un percorso d’arte e di pensiero che si tiene lontano dalla retorica celebrativa e da quella nostalgica, a favore di una riflessione a più livelli sul senso del resistere alle omologazioni di sistema.

Lo sguardo sul passato e quello sul presente, la dialettica, spesso contraddittoria, degli ultimi settant’anni di storia e di cronaca, hanno suggerito agli artisti invenzioni e contaminazioni d’arte che fanno di questa mostra un’esperienza visiva fresca e accattivante, senza che appaia superficiale o pretestuosa. Si alternano, alle pareti dei separé espositivi, la scultura-simbolo “Fiore della libertà” di Giuliano Giussani, gli studi fotografici e diacronici di Paolo Facchinetti, gli intensi componimenti poetici di Dario Cangelli, “Libertà ricordi canzoni”, versi annotati in margine a una salita in Malga Lunga, e di Oscar Locatelli, “Il colore dell’inchiostro”, strofe stampate su una carta-sudario adagiata a terra sopra una croce.

Emilio Morandi propone litho-collage verbovisivi che aprono alla speranza nell’umano e un’installazione di scarpe che denuncia, al pari delle elaborazioni fotografiche di Eras Perani, i soprusi in ogni loro forma. I curiosi, rutilanti lavori in plexiglass di Renzo Nucara giocano con i concetti di generazione e rigenerazione, bilanciando il drammatico monocromo dell’installazione fotografica di Domenico Pievani “Appeso 2011” e le enigmatiche carte, a puntasecca, collage e tecnica mista di Sergio Pedrocchi, mentre le micro-narrazioni, intrise di memorie, di Luigi Radici dialogano a distanza con le teche “Inabox” di Carla Volpati, poetici scrigni di scabri ricordi. Ricuce in un’attenta sintesi visiva il senso dell’intera operazione Virgilio Fidanza, che della mostra è anche il curatore, con il suo video “Troppo lontano eppure così vicino”, che ripercorre l’essenza della contemporaneità in cinque, pungenti, minuti, di suggestioni storiche, ambientali, ideologiche, quotidiane.

La mostra, ideata da Dario Frigoli, del direttivo ANPI sezione “Eugenio Bruni” Bergamo città, sta riscuotendo una larga partecipazione di pubblico, che nel weekend è stato richiamato anche dalla performance recital-musicale “Non c’era tempo per la paura”, il nuovo, convincente format confezionato dal gruppo “Pane e Guerra” per il 70° anniversario della Liberazione.

Mercoledì 29 aprile alle 20.45 Mario Pelliccioli, storico delle Resistenza e saggista, terrà all’ex Maddalena la conferenza a tema “La storia della Malga Lunga”. La mostra, in via S. Alessandro 39, è aperta fino al 3 maggio nei seguenti orari: 29, 30 aprile: 15.00-19.00; 1, 2, 3 maggio: 10.00-19.00.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.