BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Parco pubblico in via Bono abbandonato, l’amministrazione sa che esiste?”

Molti non lo sanno: sopra il supermercato Gigante in via Bono c'è un parco pubblico con tanto di campo da calcetto. E' talmente sconosciuto da essere abbandonato in condizioni pessime: bottiglie rotte, siringhe, preservativi, poca pulizia. I consiglieri della Lega Nord Alberto Ribolla e Luisa Pecce chiedono all'amministrazione di intervenire.

Più informazioni su

Molti non lo sanno: sopra il supermercato Gigante in via Bono c’è un parco pubblico con tanto di campo da calcetto. E’ talmente sconosciuto da essere abbandonato in condizioni pessime: bottiglie rotte, siringhe, preservativi, poca pulizia. I consiglieri della Lega Nord Alberto Ribolla e Luisa Pecce chiedono all’amministrazione di intervenire: “In questi giorni, mentre chi con tanta enfasi fa visita al cantiere per la realizzazione di quattro aiuole sul piazzale della stazione, a pochi metri da lì, c’è un parco chiuso da un anno in balia di drogati, prostitute e senza fissa dimora – si legge nell’interpellanza – si tratta del parco di via Bono sopra il supermercato “il Gigante”, un’area verde ad uso pubblico convenzionata con l’intervento “Il Quarto Verde”, attrezzata con panchine, aiole e con un campo da calcetto e basket, completata ed in fase di collaudo già nel lontano maggio 2014 su interessamento dell’allora Assessore all’Ambiente Massimo Bandera. Da allora è rimasto tutto chiuso: pare che la nuova Amministrazione non sappia neanche dell’esistenza dell’area ma soprattutto non sappia della mal frequentazione in atto (vedi foto allegate scattate in questi giorni). In particolare le prostitute lo usano per portarvi i clienti; i drogati abbandonano le loro siringhe; le persone senza fissa dimora vi dormono di notte lasciando bottiglie di vetro rotte e altri ricordi “fisici”. Premesso che tale situazione di degrado ha spinto il supermercato a dover chiudere parte dei parcheggi sotterranei e ad assumere due guardie giurate, la situazione è particolarmente critica nelle ore serali, in quanto la zona non è sorvegliata. Chiediamo all’amministrazione perché il parco dopo quasi un anno non sia stato ancora aperto, quali provvedimenti intendano attivare per garantire la sicurezza della zona attigua alla Stazione, a pochi giorni da EXPO. Quali azioni intendano intraprendere per contrastare la prostituzione che nella zona, come in altre zone della città, è fortemente aumentata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da darioflautista

    E’ bello anche andare a vedere i treni che arrivano e partono, a me piaceva da piccolo ed ora ci porto la bimba

  2. Scritto da Romolo

    frequento molto Bergamo e appena sono venuto a sapere del parchetto mi ci sono recato immediatamente,convinto che sarebbe potuto diventare un’interessante punto di riferimento della città.Tutto chiuso.Meglio così,date le frequentazioni nelle ore serali delle zone vicine il centro commerciale.Le stesse persone che lo stanno rendendo una zona di profondo degrado sarebbero entrate in contatto con centinaia di ragazzi.Chissà cm sarebbe stato bello recarsi li e trovare sbandati o peggio.

  3. Scritto da Pex1974

    peccatomche non sia pubblico ma privato ad uso pubblico ( come
    La
    Pseudo piazza ….) è totalmente a carico dei condomini il costo….

  4. Scritto da Lorenzo

    Consiglieri della Lega Nord, spiegatemi perché mai dovrei prendere un’ascensore, in una delle aree più caotiche della città, per andare in un pacchetto di plastica sopra un palazzo. Piuttosto, porto i miei figli a vedere gli autobus in stazione… Ci si fosse pensato meglio, prima di inventarsi strutture che anche un idiota avrebbe capito che nessuno avrebbe mai usato, ma quel che contava per voi era mettere a bilancio quote di verde pubblico realizzato in pii…

    1. Scritto da Cittadino informato

      Prima di parlare sarebbe opportuno informarsi….. al parco si arriva senza ascensore, è un intervento avviato dalla giunta Bruni e completato un anno fa come verde obbligatorio a seguito delle nuove costruzioni. Ciò premesso lei è libero di portare i suoi figli dove vuole…..io preferisco al parco a fare due tiri con il pallone…….