BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Diretti a Verdello costretti a scendere a Pioltello “Porte del treno bloccate”

Una pendolare scrive a Trenord in merito a quanto successo sul treno delle 18.32 partito da Bergamo lunedì 27 aprile: “A Verdello nessuna porta di nessuna carrozza era apribile: a Treviglio stessa situazione, senza spiegazioni e senza scuse. Il rientro da Pioltello un'ora più tardi”.

Nelle disavventure quotidiane dei pendolari questa, forse, non era mai capitata: sul treno delle 18.32 partito da Bergamo lunedì 27 aprile le porte di tutte le carrozze del treno alla stazione di Verdello risultavano bloccate, impedendo ai passeggeri di scendere o di salire. Una situazione che si è risolta solamente a Pioltello ma da Trenord non è arrivata nessuna spiegazione sull’accaduto.

Ecco la denuncia di una di loro che ha scritto direttamente all’azienda:

“Con la presente segnalo che sul treno n.10812 partito da Bergamo alle 18,32 si è verificato un increscioso episodio in quanto alla stazione di Verdello Dalmine nessuna porta di nessuna carrozza era apribile, tanto che nessun passeggero è riuscito a scendere e nessuno ha potuto salire.

Il treno è dunque ripartito senza il dovuto fischio.

Tutti ci siamo recati sul primo vagone per chiedere al macchinista di fermare almeno alla prima stazione utile di Treviglio ma anche la porta d’accesso alla motrice era chiusa a chiave. Avendo prontamente telefonato, la polizia ferroviaria rispondeva che avrebbe contattato il capotreno o il macchinista  per risolvere immediatamente il disagio ma purtroppo la fermata di Treviglio veniva superata.

Quando finalmente il capotreno ha raggiunto tutti noi, ormai confluiti nella prima carrozza, non pervenivano nè spiegazioni sull’accaduto né tantomeno le scuse che, a quel punto auspicavamo.

Siamo stati lasciati a Pioltello e abbiamo preso il treno verso Verdello delle 19,26. Arrivati a destinazione con quasi un’ora di ritardo.

Chiedo delucidazioni nel merito e che le relative responsabilità siano accertate.

Distinti saluti

Silvia Breviario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da silver

    Sorte non era sul treno ? che peccato !