BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Bergamo Basket inizia i playoff col botto di Udine

I cittadini espugnano il PalaBenedetti e si portano in vantaggio nei quarti di finale playoff. Mercoledì all'Italcementi i bergamaschi di Galli si giocheranno il match-point per raggiungere la semifinale.

Cominciano con il botto i playoff della Co.Mark Bergamo Basket 2014, che sbanca il PalaBenedetti di Udine dopo una partita solida e tatticamente accorta, portandosi così in vantaggio 1-0 nella serie (al meglio delle tre partite) con i friulani. Mercoledì alle 21 gara 2 al CS Italcemementi, con i bergamaschi che si giocheranno fra le mura amiche il primo match point per raggiungere le semifinali.

Piazza-Di Viccaro-Poltroneri-Fontecchio-Zacchetti i cinque partenti per coach Corpaci, mentre Alessandro Galli opta per Magini-Bona-Mercante-Cortesi-Chiarello. Partono forte i gialloneri: Chiarello, Magini, Bona e Cortesi vanno subito a bersaglio e fruttano il 9-2 che dopo 3’ obbliga al timeout la panchina di casa. La difesa bergamasca dimostra subito di esserci e di avere le idee chiare, impedendo alle pericolosissime guardie bianconere di prendere ritmo al tiro. Due canestri consecutivi di Mercante portano 13-6 la Co.Mark al 7’, nonostante un metro arbitrale che punisce oltremodo i gialloneri (8 falli a 1 il computo a fine quarto). Le fiammate di Poltroneri e Zampolli danno il là al parziale di 7-0 che chiude i primi dieci minuti in perfetta parità a quota 13. Sono 5 punti consecutivi di Cristiano Masper ad aprire i secondi dieci minuti. Guffanti e Pilotti trovano i canestri dell’ennesima parità (20-20 al 13’) prima che Zacchetti e Zampolli cerchino di dar vita al primo allungo Udine (28-24 al 16’). Il clima è quello da playoff, il PalaBenedetti ribolle di tifo e si accende ancor di più quando Mlinar viene pescato in un fallo antisportivo su Masper. Il lungo orobico fa 2\2 dalla lunetta e sul possesso successivo Mercante impatta a quota 28. Ultimi minuti del quarto con Bona che buca la zona 2-3 di Udine e permette a Bergamo di andare all’intervallo in vantaggio 36-35. Le ostilità riprendono con lo stesso quintetto per Bergamo, mentre Udine sostituisce il solo Di Viccaro con Zampolli. La partita procede in assoluto equilibrio: da una parte Cortesi e Chiarello trovano buone soluzioni personali, mentre dall’altra Udine è più presente a rimbalzo e si guadagna parecchi secondi tiri (43-41 Bergamo al 24’). Chiarello è un fattore in entrambe le metà del campo, e i gialloneri al 27’ si trovano avanti 47-42. La difesa orobica mette più di un granello di sabbia nell’ingranaggio offensivo bianconero, garantendo alla BB14 di chiudere avanti la terza frazione (49-45 al 30’). Magini e Cortesi prendono per mano la truppa orobica a inizio ultimo quarto e con 9 punti consecutivi portano la Co.Mark al massimo vantaggio al 34’ (58-49). Zacchetti non ci sta e con 4 punti di fila e una solida presenza difensiva mantiene in linea di galleggiamento la GSA (60-53 Co.Mark ak 36’). Negli ultimi palpitanti minuti finali è una tripla di Magini a spezzare definitivamente l’equilibrio, con Mercante e Bona bravissimi a farsi trovare freddi dalla lunetta sul fallo sistematico udinese e a blindare così l’importantissima vittoria in gara 1.

"La differenza l’ha fatta il nostro atteggiamento difensivo – dice coach Alessandro Galli -, soprattutto nel secondo tempo, quando abbiamo concesso a Udine solo 27 punti. Ci aspetta una gara 2 emozionante e incerta, la serie è aperta a qualsiasi risultato".

Soddisfatto il vice allenatore Gian Marco Petitto: "Siamo riusciti a giocare una gara simile a quella che ci diede la vittoria su questo campo in stagione regolare. Siamo stati molto attenti in difesa e molto bravi, nei momenti decisivi, a trovare buoni tiri in attacco. Cercheremo ora di preparare al meglio gara 2, sperando in un grande apporto del nostro pubblico".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.