BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giallo Sarnico-Lovere “Qualcuno ha manomesso le luci delle gallerie”

A far passare in secondo piano il solito dominio africano e il grande successo della manifestazione ci ha pensato la notizia di cronaca che ha rischiato di rovinare l'evento atteso dai runners di tutto il nord Italia: nella notte tra sabato e domenica gli impianti di illuminazione delle due gallerie di Predore e Tavernola sono stati manomessi. "A qualcuno la nostra manifestazione dà fastidio".

La Sarnico-Lovere Run si tinge di giallo. A far passare in secondo piano il solito dominio africano e il grande successo della manifestazione ci ha pensato la notizia di cronaca (tutt’altro che attesa e preventivata) che ha rischiato di rovinare l’evento atteso dai runners di tutto il nord Italia: nella notte tra sabato e domenica gli impianti di illuminazione delle due gallerie di Predore e Tavernola sono stati manomessi. "Forse a qualcuno dà fastidio che per questa manifestazione venga chiusa la strada – ha spiegato ai microfoni di TeleBoario uno degli organizzatori, Filippo Cassarini -. Sono stato chiamato alle 6.30, mi è stato detto che stava bruciando il quadro elettrico che porta elettricità. Sono andato sul posto e, una volta svanito il fumo, ho scoperto che non era un problema dovuto al maltempo ma, al contrario, un guasto dovuto a un danneggiamento volontario: qualcuno, probabilmente con un piccone, ha voluto oscurare le due gallerie cercando di portare un danno alla nostra manifestazione".

Danno che è stato prontamente ridimensionato grazie al lavoro della protezione civile che, con quattro macchine piazzate nei trafori, ha garantito la sicurezza dei corridori anche in quel pezzo di tracciato: "Gli autori del gesto, che mi auguro vengano presto identificati dai carabinieri che stanno lavorando, hanno messo in pericoloso l’incolumità dei partecipanti – ha continuato Cassarini -. Qualcuno ha voluto fare il padrone in una casa che non è la sua. E mi chiedo: nel 2015 possiamo essere ridotti così?".

Amarezza per l’inconveniente a parte, la Sarnico-Lovere Run è stata un grandissimo successo con 3.300 corridori che si sono presentati al via: la quinta edizione è stata vinta dal keniano Gideon Hurgat Kiplagat in 1:16:41 che ha preceduto il marocchino dei Runners Valseriana Abdelhadi Tyar e l’altro keniano Edwing Kipkorir arrivati in volata al traguardo in 1:18:50. Anche in campo femminile si è imposta un’atleta keniana: Caroline Cherono in 1:26:56 davanti alla connazionale Mary Wangari Wanjohi (1:30:11). A tenere alta la bandiera italiana la bergamasca Eliana Patelli che ha agguantato il podio chiudendo in 1:32:34.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianmario Salvetti

    …infatti quando sono passato per quelle gallerie buie mi sono chiesto come fosse possibile che non ci fossero le luci. Ora ho la risposta. Incredibile.