BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Daily News Hi Tech Lamentele su Apple Watch Tidal è un flop colossale

Le notizie tecnologiche di lunedì 27 aprile partono da casa Balckberry, dalla versione bianca del Blackberry Classic all'aggiornamento di Whatsapp che consente le chiamate vocali. Prime lamentele da chi ha comprato l'Apple Watch: il modello in acciaio si righerebbe un po' troppo facilmente.

Eccoci puntuali con le news tecnologiche di lunedì 27 aprile, primo appuntamento della settimana con il nostro Mister Gagdet.

La prima novità riguarda Blackberry che, ripetendo lo schema colore che l’ha contraddistinta in questi anni, dopo la versione nera del Blackberry Classic inizia a distribuire anche quella bianca: l’Italia non è tra i Paesi di prima fascia, quindi da noi arriverà tra un po’. Così come, pensiamo, arriverà prima o poi anche la versione rossa.

Rimanendo in tema, Whatsapp finalmente si aggiorna anche su Blackberry per quanto riguarda le chiamate vocali: dopo Android e iOS, dunque, tutte le principali piattaforme sono collegate fra loro. All’appello a questo punto manca solo Windows Phone.

Google dichiara ufficialmente finito il cilco di vita del Nexus 2013: è stato ritirato dal mercato, qualche ultimo pezzo si può ancora trovare ma sono davvero gli ultimi.

Dalla Cina rimbalza la voce che il nuovo Sony Xperia per il resto del mondo potrebbe essere il nuovo P2: in rete stanno circolando alcune immagini ma se quello è il prodotto c’è da mettersi le mani nei capelli.

Flop colossale per Tidal, il servizio di streaming musicale acquistato da Jay Z: negli Stati Uniti richiede 19,90 dollari per l’iscrizione ed ogni canzone ascoltata consumava 50mega. Attualmente si trova all’ottocentesima posizione in classifica.

I primi clienti iniziano a ricevere Apple Watch e, come sempre accade, le lamentele non tardano ad arrivare: chi ha acquistato il modello in acciaio si lamenta che il prodotto si righerebbe troppo facilmente.

Ultima curiosità: secondo uno studio un terzo dei neonati entro il primo anno di vita è già in grado di utilizzare un tablet o uno smartphone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.