BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al via raccolta fondi per progetti preventivi anti violenza sulle donne

Aiuto Donna – Uscire dalla violenza Onlus e Alilò Futuro Anteriore promuovono una raccolta fondi per il finanziamento dal basso di un assegno di ricerca all’Università degli Studi di Bergamo. L’obiettivo è sostenere un lavoro di ricerca finalizzato a progettare percorsi di prevenzione della violenza sulle donne.

Più informazioni su

Aiuto Donna – Uscire dalla violenza onlus e società Alilò Futuro Anteriore propongono una raccolta fondi per finanziare “dal basso” un assegno di ricerca annuale al dipartimento di scienze umane e sociali dell’Università di Bergamo. L’obiettivo è quello di sostenere un lavoro di ricerca finalizzato a progettare percorsi di prevenzione della violenza sulle donne e esplorare il possibile cambiamento del maschile, anche in collaborazione con esperienze già attive sul territorio.

Lo hanno annunciato i rappresentanti delle due associazioni questa mattina, durante una conferenza stampa alla sede del centro antiviolenza Aiuto Donna. “Per risolvere il problema dei maltrattamenti contro le donne – ha dichiarato Oliana Maccarini, presidente del centro – bisogna lavorare anche sull’aspetto maschile, sugli uomini che esercitano la violenza”.

La proposta di Aiuto Donna e Alilò ha già ottenuto il sostegno di rete di enti, istituzioni, associazioni del territorio e cittadini. Tra i sostenitori l’Associazione Alchemilla, la FIBA-CISL Bergamo, i Lions Val Seriana, Aied, Mercatini dell’Usato di Stezzano e numerosi cittadini e cittadine che hanno partecipato ad una lotteria che ha raccolto ampia partecipazione. Ad oggi l’iniziativa ha avuto un confortante successo, avendo già raggiunto quota 12mila euro. Obiettivo è quello di raggiungere la quota stabilita di 24mila euro, tanto costa, infatti, un assegno di ricerca annuale. “Porre l’attenzione sul cambiamento del maschile è fondamentale – ha aggiunto Maria Carla Marchesi, assessore comunale alle politiche sociali -. È con questa attenzione che possiamo metterci in collegamento con le realtà al maschile che già si interrogano sul tema della violenza, sono presenze limitate ma significative”.

L’iniziativa della raccolta fondi per l’assegno di ricerca si concretizza sulla scia di un percorso pluriennale di ricerca, già attivato presso l’Università di Bergamo da un’équipe coordinata da Cristiana Ottaviano, docente di sociologia della cultura. “Dobbiamo smettere di pensare che di questo problema si devono occupare solo le donne – ha spiegato Cristiana Ottaviano, che sarà tutor del ricercatore che otterrà l’assegno di ricerca per il 2016 -. Gli stereotipi maschili sono ingabbianti quanto quelli femminili, gli uomini stessi sono prigionieri di modelli che li vogliono forti, capaci di farsi carico della famiglia dal punto di vista economico, poco attenti alla dimensione affettiva. E quando qualcuno di questi presupposti vacilla si crea una crisi capace anche di generare violenza. Attraverso la ricerca che intendiamo promuovere vogliamo riflettere soprattutto su questo e provare a fornire nuovi modelli maschili, che possano stimolare un altro modo di essere maschio. Obiettivo è indagare e confrontarci con le esperienze italiane che lavorano su questo argomento, fatte da uomini”. Ha aggiunto Vanni Maggioni, dell’associazione Alilò: “Vogliamo anche raccontare queste esperienze aggiungendo al linguaggio scientifico quello dell’espressione artistica e culturale. Oltre alle pubblicazioni, ci vogliono spettacoli e percorsi culturali che sappiano raccontare riflessioni, scoperte e nuove idee”.

Per contribuire alla raccolta fondi Associazione Aiuto Donna Uscire dalla violenza onlus Via San Lazzaro 3, Bergamo (BG) IBAN IT70I0542811101000000098722 Banca Popolare di Bergamo Causale: contributo ricerca violenza e cambiamento maschile Aiuto Donna Il Centro antiviolenza

Aiuto Donna – Uscire dalla violenza onlus è nato nel 1999 allo scopo di prevenire e contrastare ogni forma di violenza contro le donne. Fornisce consulenza psicologica e legale gratuita alle donne vittima di violenza. Si trova in via San Lazzaro 3, a Bergamo. Le operatrici rispondono allo 035212933, nel fine settimana al 3669020232 (dalle 9 alle 15). www.aiutodonna.it Alilò futuro anteriore Alilò futuro anteriore nasce tra il 2012 e il 2013 e si occupa di ricerca, consulenza e formazione, promozione culturale e sociale. L’integrazione e la contaminazione di linguaggi cognitivi ed emotivi apre una prospettiva di lavoro culturale e formativo fortemente innovativo. Attualmente la priorità di impegno riguarda il tema delle radici della violenza, non solo di genere, e dell’evoluzione contestuale del femminile e del maschile nella complessa dinamica delle relazioni contemporanee.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.