BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Saita (Lega): “25 aprile, pentita di essere sul palco Quanta strumentalizzazione”

Silvana Saita, ex sindaco leghista di Seriate, ha rappresentato Regione Lombardia alla cerimonia del 25 aprile a Bergamo in qualità di consigliera regionale. Non è intervenuta, anzi si definisce pentita di essere salita sul palco dopo aver ascoltato le parole del presidente della Provincia Matteo Rossi.

Più informazioni su

Silvana Saita, ex sindaco leghista di Seriate, ha rappresentato Regione Lombardia alla cerimonia del 25 aprile a Bergamo in qualità di consigliera regionale. Non è intervenuta, anzi ha deciso di scendere dal palco dopo aver ascoltato le parole del presidente della Provincia Matteo Rossi.

Ecco cosa ha scritto sulla sua pagina Facebook:

25 aprile, sono arrivata in Piazza Vittorio Veneto e quando è arrivato il corteo, insieme alle altre autorità, ho partecipato alla deposizione delle corone seguendo quella della Regione in sostituzione del presidente Maroni. Poi sono rimasta con degli amici e infine sono salita sul palco. Stava parlando Rossi e e mi sono pentita di essere salita, ma ho voluto ascoltarlo sino in fondo. Un intervento becero contro la lega, nulla sul 25 aprile, la storia non è patrimonio di tutti ed è più facile trovare un nemico contro cui scagliarsi. Ho ascoltato con stupore e con una crescente indignazione per la spregevole strumentalizzazione di una festa nazionale che dovrebbe essere di tutti. Interventi che dopo 70 anni, invece di pacificare gli animi rinnovano rancori non son educativi.

Peccato! La politica è "altro" e molti giovani politici non sanno rispettare le istituzioni. Se si è in piazza per comizi si può parlare e sparlare, ma se si interviene a nome di una istituzione resta il dovere di parlare a nome di tutti i cittadini e quindi con il rigore che una carica politica esige. Son scesa subito dal palco. Non ho cantato,  non ho condiviso, anzi mi sono sentita indignata per comportamenti che reputo poco dignitosi per chi riveste ruoli istituzionali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giovanna

    La lega è alleata con i nazisti eredi di Mussolini e Hitler, poi sale sul palco del 25 Aprile e si ritiene anche offesa se parlano di antifascismo. Non è che la Saita ha sbagliato manifestazione?Vada a Predappio che è il suo posto.

    1. Scritto da luca

      la Lega raccoglie milioni di voti…andiamo alle elezioni finalmente e verifichiamo?
      oppure Renzi ce lo impedisce ancora per anni?

      1. Scritto da Miki

        Anche il pelatone raccoglieva migliaglia di voti; non mi pare un buon parametro di valutazione

  2. Scritto da pablo

    signora Saita, è un bene che non abbia parlato su quel palco, soprattutto se la posizione sul 25 aprile è quella che il suo segretario di partito ha sbandierato in ogni occasione in questi giorni. il 25 aprile è la festa di tutta la nazione e di tutti gli italiani. a parte i fascisti, con cui i leghisti vanno quotidianamente a braccetto…

    1. Scritto da Alberto

      E’ proprio vero, un pò come quando Matteo Rossi si lamenta dei tagli agli enti locali fingendo che al governo non ci sia il suo amichetto di partito pentolaio fiorentino…

  3. Scritto da nino cortesi

    Belle parole di Matteo Rossi.
    M5* unico in linea con i valori della Resistenza.
    Gli altri ipocriti e che facce toste!

    1. Scritto da max

      ah ah ah questa è bellissima. Gli amici dei nazi inglesi sono in linea con i valori della resistenza?!?! se è propaganda ok, ma se ci crede davvero….. ah ah ah

    2. Scritto da Aldo

      Questa e’ la barzelletta del giorno di questo signore.Parla che l’unico che ha valori della resistenza sia il M5S e poi vanno a braccetto con l’estrema destra europea, casa pound e ultimamente fate l’occhetto alla Lega. Ritorni a dormire in attesa si scrivere altre cavolate.

  4. Scritto da SERIATESE DELUSO

    Sig, Saita ha perso un occasione per stare zitta, non glie lo ha ordinato il medico salire sul palco o essere consigliere regionale, forse l’apparire le interessa più dell’essere?

  5. Scritto da stefano b.

    strumentalizzazione? ma sa quello che dice? ascolta mai salvini o i suoi sodali?
    se dovesse esserci un altro 25 aprile, e non una commemorazione, pensa forse di potersi aggregare? una che va a braccetto con casa pound?

  6. Scritto da Luca

    No problem, per 5000 che inneggiano il 25 aprile ai clandestini senza limiti, ce ne sono 10 volte tanti che i clandestini li vogliono respingere…è il nostro voto conta come il loro, quindi nessuna preoccupazione.

  7. Scritto da Luca

    “La politica è “altro” e molti giovani politici non sanno rispettare le istituzioni”. Sta parlando del suo segretario per caso? Del suo partito che non rispetta nulla delle istituzioni? Roba da non credere. E ha il coraggio di lamentarsi.

    1. Scritto da Paolo

      Bravo! Non ho mai sentito la S.ra avanzare dei distinguo rispetto al modo quanto meno becero di fare politica del suo giovane Segretario che riguardo al 25 aprile ha dichiarato che sarebbe rimasto a casa. Dov’era la ns. Consigliera?

  8. Scritto da pieneibale

    “è più facile trovare un nemico contro cui scagliarsi” qui mamma mia siamo proprio all’apoteosi del “fate ciò che dico non fate quel che faccio”, visto il segretario di partito che ha.

  9. Scritto da rinunci

    e dove stà il problema? Non salga sul palco.Nessuno piangerà per questo.

  10. Scritto da Una cittadina

    Parole vergognose quelle di una politica bergamasca, si dimetta immediatamente dal suo incarico. Indegna di rappresentare i cittadini italiani questa sporca razzista che non ha capito nulla della Resistenza e del 25 Aprile.

  11. Scritto da Lara

    Vede consigliere regionale Saita, ieri come oggi, la Resistenza è battersi per i più beceri: forse dovrebbe fare un’analisi delle uscite del partito che rappresenta. Quella Lega così razzista, fasci-nazista che crede di difendere una razza superiore. Su quel palco non avrebbe nemmeno dovuto salire, per il buon gusto.

  12. Scritto da Matteo

    La signora Saita non si indigna quando parla il segretario del suo partito, la Lega Nord, Matteo Salvini? Quando si scaglia contro gli immigrati e gli indifesi, proprio lei che ha cavalcato la politica grazie alle sue partecipazioni all’Azione Cattolica. Si vergogni!

  13. Scritto da napalm

    l’ex sindaco di quel paese … che è seriate ??? ci passo tutti i giorni e posso confermare che seriate è un paese ridotto così da questa “Signora”, meglio una favelas che quel paese

    1. Scritto da matteo p.

      Vivo a Seriate e mi ci trovo bene. Se tu preferisci le favelas continua a vivere dove vivi! Non mi sembra infatti che la città (non paese) sia ridotta così male come dici!